Home Padovano Camposampierese Ovest Santa Giustina in Colle: “Allo studio ulteriori azioni a tutela della cittadinanza”

Santa Giustina in Colle: “Allo studio ulteriori azioni a tutela della cittadinanza”

Giacomazzi il sindaco di Santa Giustina in Colle e la giunta fanno il punto sulle attività a sostegno di famiglie e attività commerciali

santa giustina in colle sostegno
Il sindaco Moreno Giacomazzi

Il comune di Santa Giustina in Colle in prima linea nell’affrontare e gestire l’emergenza sanitaria da Covid-19. Tante le misure adottate, le iniziative intraprese, le attività svolte durante la chiusura e, poi, per garantire la sicurezza al momento della riapertura di negozi e attività varie. “Durante tutta la prima fase – spiegano il sindaco Moreno Giacomazzi e la giunta comunale – abbiamo attuato alcune specifiche azioni a sostegno delle famiglie e dell’economica locale. Attualmente stiamo valutando e studiando ulteriori azioni di emergenza sanitaria a tutela della popolazione e del tessuto locale, in funzione comunque del perdurare della situazione di emergenza sanitaria, del suo sviluppo sociale, normativo ed economico e delle risorse disponibili”. “L’emergenza – aggiunge l’assessore al Bilancio, Raffaella Cagnin – ha spostato, sicuramente, gran parte dell’attenzione e dell’attività su questo tema e sta mettendo a dura prova, soprattutto sul piano finanziario e della liquidità, i bilanci non solo del nostro Comune, ma di tutti i Comuni”.

Tante le misure adottate per andare incontro ai cittadini

Tra le tante misure adottate dal Comune anche alcune che hanno voluto andare incontro ai cittadini e alle famiglie. Per quanto riguarda il canone per le occupazioni di suolo ed aree pubbliche (Cosap), ad esempio, è stata prevista la sospensione del pagamento del canonefino al 30 settembre 2020 con rideterminazione del canone proporzionato al periodo di effettiva operatività per quelle attività che hanno visto la sospensione o, comunque, il rimborso per i giorni di sospensione delle in caso di pagamento già effettuato. Ed è stato, inoltre, previsto il rimborso alle famiglie anche per il servizio di pre-scuola – rimborso alle famiglie delle quote relative alle settimane di mancato utilizzo a seguito della sospensione delle attività scolastiche. Lo scorso 26 maggio la giunta comunale ha poi deliberato la rinegoziazione dei mutui. Entro il mese di luglio infine, “faremo la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e la salvaguardia degli equilibri di bilancio per l’anno 2020 – concludono gli amministratori -; inoltre, valuteremo anche la possibilità di utilizzare parte dell’avanzo di amministrazione”.

Giorgia Bortolato

Le più lette