Home Veneziano Miranese Sud Spinea: “Avviati diversi cantieri, servono aiuti a cittadini ed imprese”

Spinea: “Avviati diversi cantieri, servono aiuti a cittadini ed imprese”

A un anno dall’insediamento dell’amministrazione Martina Vesnaver si tiene un primo bilancio sull’operato

Comune di Spinea

La sindaca Martina Vesnaver dice che il primo anno di amministrazione è il più difficile perché bisogna entrare nei meccanismi di come funziona un Comune, con regole diverse dal mondo del privato.

“Il cambio di amministrazione – premette- non coincide mai con una netta linea di demarcazione tra i due mandati amministrativi. Così nei primi mesi di mandato, oltre che a programmare tramite il Documento Unico di Programmazione (Dup), le priorità dell’ amministrazione, abbiamo portato avanti con delle variazioni, i lavori in corso della precedente gestione quali, ad esempio, il rifacimento del tetto del municipio, l’area esterna al municipio e la palestra al Graspo d’Uva”.

Un punto fondamentale del suo programma erano i lavori pubblici a che punto siamo?

“In questi mesi i nostri interventi sono stati rivolti in particolare alle scuole con manutenzioni ordinarie e straordinarie. La ristrutturazione del lato sud del plesso Ungaretti è molto importante perché offrirà nuove aule alla scuola media. Partirà il cantiere per la sistemazione del piazzale e lavori per l’impianto di illuminazione alle Stadio Allende. Per le opere prioritarie del nostro programma, abbiamo già dato un incarico esplorativo per la rotonda in piazza Marconi (via Roma, via Matteotti), un accordo con la Città Metropolitana per la rotonda a Fornase tra la strada provinciale e via Crea. Per l’acquisizione del cinema Bersaglieri, siamo in attesa di perizia di stima che determini il valore dell’area e per il nuovo Ecocentro, attendiamo il progetto di Veritas”.

E con la piscina a che punto siamo?

“L’iter per la costruzione della piscina è terminato e a breve cominceranno i lavori di urbanizzazione. Si è risolto il decennale contenzioso con l’Ater, e anche con il centro sportivo Antares, che così potrà riprendere l’attività. Il coronavirus ha bloccato le attività manutentive e le opere pubbliche, e le imprese hanno ripreso i lavori solo da metà maggio. Continua la programmazione di interventi per nuove piste ciclabili ed è concluso l’accordo con il consorzio di bonifica per sviluppare piste ciclabili sugli argini dei canali”.

Tempi di Corona virus, su che cosa punterà l’amministrazione per la ripresa economica della città?

“Il dopo Covid è tutto da costruire. La ripresa economica del Paese non è tanto legata a cosa potrà fare Spinea, ma ai tempi con i quali lo Stato riuscirà a far pervenire i finanziamenti promessi. La maggior parte delle misure per la ripresa economica sono sotto forma di prestiti che gli imprenditori dovranno restituire, ce la faranno? Molte aziende erano già al limite della sopravvivenza, riusciranno a superare la crisi? Riusciremo a rilanciare l’occupazione? Questo Stato è in grado di sostenere questa situazione di assistenzialismo, fino a quando avrà risorse? Come coprirà le inevitabili minori entrate derivanti dalla tassazione? La richiesta sociale è fortissima e i Servizi Sociali stanno facendo un’attività di elargizione contributi e di sportello coni cittadini. Il nostro ruolo è quello di aiutare i nostri cittadini a superare questo tragico periodo, lo Stato faccia la sua parte per il rilancio dell’economia nazionale”.

Roberta Pasqualetto

Le più lette