Home Padovano Bassa Padovana Terme, si riparte da una massiccia promozione

Terme, si riparte da una massiccia promozione

Il Piano degli investimenti della Regione per il turismo e le attività produttive prevede un progetto di comunicazione da 2milioni e 300mila euro. Il Consorzio Veneto Terme Colli Marketing: “questo territorio è un’eccellenza in Europa”

Terme

“Questo è un territorio che può dare molto, far vivere una vacanza slow e verde in condizioni ottimali. Su questo dovremo fare una comunicazione adeguata per dire ai nostri turisti nazionali e internazionali che siamo in un’area sicura, coniugando il tema del wellness, dello star bene, all’area termale e a quella dei Colli Euganei”.

Lo ha detto nelle scorse settimane Federico Caner, assessore regionale al Turismo, che ha presentato, insieme al collega alle Attività produttive Roberto Marcato, il piano di investimenti della Regione per turismo e attività produttive. Il doppio confronto organizzato ad Abano Terme dal Consorzio Veneto Terme Colli Marketing, braccio operativo dell’Ogd Terme e Colli Euganei, ha visto la partecipazione di sindaci e amministratori del territorio, associazioni di categoria e rappresentanti del mondo imprenditoriale.

L’emergenza Coronavirus e il lockdown hanno messo in ginocchio un comparto che mediamente registra un fatturato medio annuo di oltre 350 milioni di euro all’anno. Il crollo delle presenze comporterà una perdita per il 2020 che si attesterà ben oltre il 50% del fatturato medio. Caner, che ha ribadito la centralità del ruolo delle Ogd, precisa: “La Regione ha lanciato un piano di comunicazione da 2 milioni e 300mila euro per un’attività di pubblicità tradizionale e una campagna di Influencers Marketing. Poi ci sono le risorse destinate ai consorzi e alle reti d’impresa ma è fondamentale fare squadra, evitando fughe in avanti solitarie”. Per l’assessore regionale al Turismo “è necessario proporre prodotti turistici superando l’idea della destinazione e occorre fare un ragionamento sulle risorse derivanti dalla tassa di soggiorno che, almeno in parte, andrebbero destinate alla promozione pura”. Umberto Carraro, Presidente Consorzio Tcm, afferma “Siamo pronti a collaborare con la Regione e pensiamo che il nostro prodotto possa giocare la partita in un ruolo importante all’interno della promozione della Regione. Abbiamo prodotti adeguati alle attuali richieste di mercato: prevenzione, salute, vita attiva e all’aria aperta sono quelle che fanno di questo territorio un’eccellenza in Europa. Stando ai nostri dati i privati investono circa 2 milioni di euro all’anno in promozione ma è necessario uno sforzo anche da parte del pubblico”.

Le parole di Roberto Marcato

Marcato ha posto l’attenzione sulle opportunità offerte alle imprese del territorio. “Abbiamo stanziato -ha detto – delle risorse a fondo perduto per 20 milioni e 600mila euro, fondi dedicati a bar, ristoranti, negozi e attività di servizi alla persona che sono rimasti chiusi durante il lockdown. Abbiamo lavorato poi sul tema del credito con un provvedimento di 30 milioni di euro a cui l’imprenditore potrà accedere tramite Confidi e banche, potendo chiedere da 5 a 50mila euro di finanziamento a tasso zero e a costo zero”. Marcato ha chiuso con una riflessione sulla particolarità del territorio delle Terme e dei Colli: “E’ un unicum al mondo, l’ho ripetuto in Commissione Attività Produttive nazionale e al Governo, si deve immaginare dei provvedimenti fatti ad hoc”.

Le più lette