Home Turismo & Sapori Weekend sulle Langhe tra borghi e sapori

Weekend sulle Langhe tra borghi e sapori

Barolo

La stagione estiva si sta facendo largo e in molti si sono già attivati per poter organizzare un magico weekend fuori porta, all’insegna del relax e della scoperta del territorio italiano. Tra i luoghi da riscoprire quest’estate troviamo in prima posizione le Langhe, un’area piemontese ricca di paesaggi unici, buon cibo e, soprattutto, buon vino. Meta perfetta per una gita fuori porta con la famiglia o semplicemente in coppia, le Langhe attirano da sempre gli amanti della tradizione culinaria italiana e coloro che vogliono perdersi tra le stradine dei principali borghi che le caratterizzano.

Vediamo quindi insieme le mete principali che non possono mancare nel vostro itinerario.

Barolo

Il borgo di Barolo si presenta circondato di colline e si poggia su un altopiano nel bel mezzo dei vigneti che ricoprono l’intero territorio e lasciano a bocca aperta qualsiasi turista che vi giunga per la prima volta. Non può mancare la visita al Castello Falletti, ovvero il Castello comunicale di Barolo, proprio nel centro del borgo, molto apprezzato per l’incantevole vista che vi si può ammirare una volta raggiungo. Al suo interno, poi, si trova il WiMu, ovvero il Wine Museum, e le cantine del castello che ospitano l’Enoteca Regionale del Barolo.

Grinzane Cavour

Sebbene meno conosciuto del precedente, Grinzane è un altro piccolo borgo incantevole, sede del Castello del Conte di Cavour, costruito nel XIII secolo. Il castello fu dimora del conte, nonché sindaco della cittadina per un periodo, ed è stato soggetto di svariate modifiche architettoniche nel tempo. Quindi potrete trovare anche l’Enoteca Regionale Piemontese Cavour e il Museo Etnografio sulla civiltà contadina. Poco distante da Barolo, Grinzane è una piccola perla nascosta, dove a novembre avviene l’asta mondiale del tartufo, ecco perché è una perfetta meta di passaggio.

Serralunga

Tra i paesi da non perdere troviamo poi Serralunga, che propone uno scenario unico in cui le collinesi tuffano verso la catena alpina ed è talmente piccola da poter essere visitata completamente a piedi. Il borgo è dominato dal Castello, costruito a metà del XIV secolo, sul quale si arriva tramite una salita piuttosto ripida che conduce anche nel centro del paese. Altra struttura tipica è il Salone dei Valvassori, all’interno del quale si trovano affreschi quattrocenteschi che raccontano il martirio di Caterina d’Alessandria. Se avete la possibilità di recarvi un ristorante, il piatto che non può mancare cono gli agnolotti del plin, per gustarsi al meglio la tradizione piemontese.

Langhe da gustare, piatti e vini tipici

La tradizione culinaria enogastronomica delle Langhe è invidiata ovunque, ecco perché si tratta del viaggio perfetto per chi ama scoprire gusti inimitabili. A fare da padrone è in particolare il vino, dato che la varietà dei vigneti tipici di questa regione la rende uno dei territori vitivinicoli più apprezzati e famosi tanto che si possono trovare i migliori vini delle Langhe su Tannico, che ha addirittura deciso di dedicarvi una sezione apposita per incontrare i gusti degli appassionati.Per quanto riguarda il cibo, invece, non possono mancare il tajarin all’uovo, gli agnolotti burro e salvia, il brasato di Barolo e la salsiccia di Bra, ma anche formaggi tipici e l’immancabile Bunet, dolce tradizionale da non perdere.

Le Langhe sono quindi un territorio meraviglioso e tutto da esplorare, un’ottima metaper i primi weekend estivi fuori casa.