Home Breaking News Cavarzere, elezioni regionali: Ilaria Turatti candidata in lista Lega

Cavarzere, elezioni regionali: Ilaria Turatti candidata in lista Lega

È ufficiale la candidatura di Ilaria Turatti di Cavarzere  alla carica di consigliere per le elezioni regionali del prossimo 20 e 21 settembre, nelle liste della Lega.

“Una notizia che ci rende orgogliosi, che rende merito al grande lavoro svolto in questi anni dalla ricostituzione della nuova Sezione e che si è tradotto nei brillanti risultati dei recenti appuntamenti elettorali, ma che soprattutto rappresenta una grandissima opportunità per il territorio di Cavarzere di avere un suo autorevole rappresentante seduto in consiglio regionale, a stretto rapporto con una amministrazione “vicina” che vedrà ancora il Veneto sotto l’egida della Lega e con la efficientissima guida del Presidente Luca Zaia”. L’annuncio è del segretario della Lega Cavarzere Marco Grandi.

Da anni manifestiamo la carenza di una rappresentanza del nostro territorio, e più in generale dell’area sud-veneziana, e non è stato difficile constatare come questo possa fare la differenza rispetto a realtà della provincia di paragonabili dimensioni, a maggior ragione se teniamo conto del declino che Cavarzere sta vivendo ormai da anni, demografico, urbanistico, economico e dei servizi in generale” continua Grandi. “Finalmente con la candidatura di Ilaria si presenta l’occasione che, come territorio, non possiamo permetterci di lasciarci sfuggire; una candidatura “forte” da decenni icona del successo imprenditoriale in Italia e nel mondo, che ha voluto comunque mantenere le sue radici a Cavarzere, e che sicuramente ben ci potrà indirizzare verso un rilancio di cui non possiam opiù fare a meno”.

E conclude: “Ringrazio anzitutto Ilaria per aver condiviso la strategia della sezione e di avere accettato questo impegno ad esporsi in prima persona. L’auspicio è che da tutti i cittadini cavarzerani venga raccolto l’invito ad esprimere la propria preferenza per Ilaria il 20 e 21 settembre prossimi, pensando anzitutto al nostro territorio e allapossibilità che ci lasceremmo sfuggire se, pur avendone la possibilità, rimanessimo ancora unavolta non rappresentati in Regione”.

Le più lette