Home Breaking News Cavarzere, nuove misure a sostegno del patrimonio edilizio esistente

Cavarzere, nuove misure a sostegno del patrimonio edilizio esistente

Il Comune di Cavarzere dopo aver già ridotto lo scorso novembre il costo di costruzione e il contributo per gli ampliamenti della legge “Veneto 2050” (cioè il nuovo Piano Casa) compie un altro passo in avanti per incentivare le ristrutturazioni edilizie

Henri Tommasi

La Giunta Comunale, cogliendo subito le possibiltà previste dal recentissimo Decreto Legge 79/2020 meglio noto come “Decreto Rilancio”, ha azzerato il contributo di costruzione per gli interventi di rigenerazione urbana, di ristrutturazione, nonché di recupero e riuso degli immobili dismessi o in via di dismissione fino al 31 dicembre 2021.

Le parole del sindaco di Cavarzere

“Riteniamo sia fondamentale avviare una politica del recupero del patrimonio edilizio esistente, già illustrata al Consiglio Comunale nel Documento del Sindaco a fine aprile. Auspico che questo ulteriore incentivo voluto dall’Amministrazione, unitamente al bonus statale del 110%, sia di stimolo ai cittadini per intervenire sui propri immobili – ha commentato il sindaco Henri Tommasi -. Rinunciare ad una parte di entrate nelle casse comunali è una scelta coraggiosa, ma se ciò può contribuire al miglioramento della qualità edilizia del paese, all’efficientamento energetico e al rilancio del settore edilizio crediamo sia largamente giustificato e sostenibile”.

“Quando a novembre 2019 abbiamo iniziato il percorso di nuova politica sul territorio eravamo già favorevoli e pronti ad utilizzare tutte le possibilità di legge per incentivare i cittadini e le imprese. Oggi, con l’emergenza sanitaria da Covid-19 e le gravi ripercussioni che questa ha generato nel tessuto socio-economico, riteniamo sia doveroso fare un passo ulteriore verso un settore che ha subito in maniera pesante questa crisi – ha concluso il primo cittadino -. Dunque, coloro che sarebbero stati soggetti al pagamento del contributo di costruzione per un intervento di ristrutturazione, al momento della presentazione della SCIA o del rilascio Permesso di Costruire fino al 31 dicembre 2021 non pagheranno nulla”.

Le più lette