Home Breaking News Chioggia, Ztl su Corso del popolo e sulle rive del Canal Lombardo...

Chioggia, Ztl su Corso del popolo e sulle rive del Canal Lombardo e di San Domenico

La giunta Comunale di Chioggia ha deciso le modalità di utilizzo della ZTL di prossima attuazione nell’area del centro storico di Chioggia

Ztl

L’area a traffico limitato di Chioggia interesserà tutto il Corso del Popolo, dal Duomo a Vigo, ma a sorpresa anche le rive del Canal Lombardo e di San Domenico. Attualmente circa il 90% delle imbarcazioni da pesca ormeggiano nell’area che sarà ZTL, ma la delibera consente soltanto ad una autovettura ed a un ciclomotore per barca di poter accedere nei varchi che saranno controllati con un sistema di telecamere con riconoscimento di targhe registrate.

Le parole di Elio Dall’acqua del Consorzio Armatori e Pescatori

“Una decisione simile per noi diventa un disagio enorme” sostiene Elio Dall’acqua, rappresentante della Cooperativa Clodiense e del Consorzio Armatori e Pescatori. “un’ imbarcazione di medie dimensioni” continua Dall’Acqua “ha un equipaggio di almeno 4 persone, numero che sale nelle imbarcazioni più grandi. Queste persone si troveranno impedite a raggiungere la loro imbarcazione, sede del loro lavoro. Molti pescatori abitano a Sottomarina o a Borgo San Giovanni, e nelle giornate invernali o di brutto tempo, come arriveranno al lavoro? Magari fradici di pioggia, di certo non l’ideale per chi poi passerà la giornata o addirittura parte della settimana in mare. Senza contare che la vita del pescatore non si esaurisce una volta scesi dalla barca. Molte sono le attività una volta a terra, che prevedono spostamenti delle persone dall’imbarcazione al Mercato Ittico, per la vendita del pesce o per reperire i fogli d’asta, che le vedranno costrette ad effettuare tutto il giro esterno per Sottomarina. Ogni giorno di pausa dal mare diventa prezioso per favorire altre attività necessarie al proprio lavoro, come l’aggiustare le reti, fare la spesa per l’uscita in mare successiva, o nei periodi di fermo pesca di andare a controllare le imbarcazioni, che hanno costantemente bisogno di essere manutentate. Ringrazio Beniamino Boscolo, capogruppo di Forza Italia, per averci informato di questa brutta novità, decisa da chi evidentemente non ha molta dimestichezza con il mondo della pesca. Certe decisioni non condivise invece di agevolare un settore già in crisi, lo vanno a penalizzare con ulteriori difficoltà delle quali non ne sentiamo il bisogno. Contiamo vivamente in un ravvedamento che tenga veramente in considerazione i pescatori e tutta la marineria chioggiotta”

Le più lette