Home Veneto Attualità Come ottenere i rimborsi dei titoli di viaggio Fs Busitalia non utilizzati...

Come ottenere i rimborsi dei titoli di viaggio Fs Busitalia non utilizzati durante l’emergenza Coronavirus

Direttive riguardo l’ottenimento del rimborso per pendolari per i titolidi viaggio non utilizzati durante l’emergenza Coronavirus

Fs Busitalia

Sul sito Fs Busitalia sono state pubblicate le misure di tutela per i pendolari del trasporto pubblico locale, in caso di mancato utilizzo del servizio in conseguenza delle misure di contenimento, ovvero durante il periodo del cosiddetto lockdown.

Busitalia Veneto, nel rispetto delle linee guida emanate dalla Regione Veneto, ha previsto il “prolungamento della durata dell’abbonamento per un periodo corrispondente a quello durante il quale non ne è stato possibile l’utilizzo”.

Chi ha diritto al rimborso

Tutti gli abbonati pendolari (studenti e lavoratori) in possesso di un abbonamento valido emesso da Busitalia Veneto, acquistato antecedentemente alla data del primo decreto di lockdown, ovvero prima del 9 marzo 2020, e che non hanno potuto utilizzarlo a causa delle misure di contenimento previste dall’art. 1 del decreto legge 23 febbraio 2020, n. 6, convertito, con modificazioni, dalla legge 5 marzo 2020, n. 13, dall’art.1 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, nonché dai relativi provvedimenti attuativi.

Periodo di mancato utilizzo

I periodi massimi considerati ai fini del calcolo del mancato utilizzo dell’abbonamento sono:

  • STUDENTI: dal 27 febbraio 2020 al 6 giugno 2020, pari al massimo a 101 giorni
  • LAVORATORI: dall’8 marzo 2020 al 17 maggio 2020, pari al massimo a 71 giorni

Mediante autocertificazione, gli abbonati pendolari dovranno dichiarare la causa ed i giorni di mancato utilizzo all’interno dei periodi sopra indicati.

Come fare richiesta

La richiesta di rimborso va presentata ESCLUSIVAMENTE on line (il link al form di compilazione è alla fine di questa pagina) a partire dal 28 agosto 2020 e fino al 31 ottobre 2020.

Non saranno prese in considerazione richieste inviate via email, pec, raccomandata o altra modalità.

Le domande pervenute prima del 28 agosto 2020 non sono ritenute valide e devono essere ripresentate con le modalità qui indicate.

Nel caso di richieste incomplete o con numerazioni di tessera e/o abbonamento errate la richiesta potrebbe non andare a buon fine, pertanto invitiamo a leggere attentamente le istruzioni contenute nel presente regolamento prima di accedere al form di compilazione.

Le richieste di rimborso con la scelta alternativa di voucher vanno presentate dopo il 20 settembre e fino al 31 ottobre 2020.

Al fine di poter dare a tutti un riscontro in tempi brevi e rispettare le priorità, a coloro che sono già in possesso di un abbonamento valido per i mesi di settembre e ottobre si chiede di presentare la richiesta dopo il 20 settembre e fino al 31 ottobre 2020.

Nel caso di molti accessi contemporanei alla compilazione del modulo di richiesta potrebbero verificarsi dei rallentamenti significativi o blocchi temporanei; in caso di difficoltà si suggerisce di attendere e riprovare in un altro momento.

Cosa serve per compilare la richiesta

Il richiedente dovrà indicare i dati richiesti nel form on line (dati dell’abbonato, della tessera di riconoscimento e dell’abbonamento) e caricare copia digitale dei seguenti documenti*:

  • Tessera di riconoscimento Busitalia Veneto
  • Abbonamento/i di cui si chiede rimborso
  • Dichiarazione ai sensi dell’art. 47 del DPR 28.12.2000, n. 445, del periodo di mancato utilizzo, in tutto o in parte, dell’abbonamento. La dichiarazione deve essere compilata e firmata dal titolare dell’abbonamento se maggiorenne o dal genitore/tutore se il titolare è minorenne. Nel caso di minore deve essere compilata e sottoscritta anche l’informativa sulla protezione dei dati personali (retro della dichiarazione) download modello di dichiarazione
  • Copia del documento d’identità (fronte e retro) di chi sottoscrive la dichiarazione ex DPR 445/2000 (genitore/tutore se l’abbonato è minorenne)

* I documenti dovranno essere caricati on line singolarmente in formato digitale (foto o scansione, formato .pdf, .jpeg, .jpg, .png; massimo 2 Mb per ciascun file).

Come si ottiene il peolungamento dell’abbonamento

Successivamente alla verifica della richiesta e comunque entro 30 giorni dalla compilazione on line, il richiedente riceverà una mail che confermerà il riconoscimento del prolungamento della durata dell’abbonamento e le modalità per riscattare un abbonamento della stessa tipologia di quello per cui si è chiesto il rimborso e valido per un periodo pari a quello di mancato utilizzo, a partire dalla prima data utile e comunque entro 12 mesi.

Poiché a seguito delle normative vigenti in materia di prevenzione dell’emergenza epidemiologica, Busitalia Veneto è tenuta a privilegiare forme di bigliettazione digitale, limitando l’accesso del pubblico alle biglietterie, l’abbonamento sarà caricato su smartphone tramite l’app Busitalia Veneto.

È quindi necessario scaricare l’app Busitalia Veneto (vedi qui come funziona) sullo smartphone in uso all’abbonato ed indicare nel modulo di richiesta il numero di telefono e l’indirizzo e-mail con cui è stata effettuata la registrazione.

Se si è già registrato un account per l’app Busitalia Veneto o per l’app myCicero o per aver partecipato alla promozione per ottenere i punti fedeltà dei supermercati Alì&Aliper, utilizzare queste credenziali ed associare la propria tessera di riconoscimento.

Solo in caso di impossibilità di utilizzare lo strumento dell’app, sarà possibile rivolgersi presso una delle seguenti biglietterie per chiedere la stampa del tagliando cartaceo di abbonamento presentando la mail di conferma:

Padova – Piazzale Stazione FS; Padova – Piazza dei Signori; Padova – via Rismondo, 28; Padova – autostazione Viale della Pace; Rovigo – via B. Tisi da Garofolo; Piove di Sacco – viale Europa; Legnaro – via Romea; Bresseo – Piazza Mercato; Este – via Principe Umberto; Monselice – via Santarello; Cittadella – Riva dell’Ospedale; Adria –P.le Trattati di Roma; Badia Polesine – via XX settembre; Lendinara – via C. Battisti; Rosolina – viale Marconi.

Per alcune limitate tipologie di abbonamento (titoli non emessi con modalità informatica) non sarà possibile riconoscere il prolungamento automatico della validità. I richiedenti interessati, dopo aver compilato la richiesta, saranno contattati da Busitalia Veneto per essere informati delle modalità alternative di ristoro.

Voucher

Per i titolari di abbonamento che dichiarino nel modulo di richiesta l’impossibilità di utilizzare il prolungamento della durata del titolo di viaggio (studenti che hanno concluso a giugno 2020 il ciclo scolastico o in caso di ritiro, studenti che abbiano cambiato residenza o istituto scolastico, lavoratori che abbiano cambiato o cessato attività e/o residenza), Busitalia Veneto ha previsto l’erogazione (come disciplinato dal citato art. 215, comma 1, lettera a) di un voucher sotto forma di credito da utilizzare sull’app Busitalia Veneto per l’acquisto di una diversa tipologia di abbonamento (es. da studente a lavoratore, diversa tratta extraurbana) oppure di biglietti singoli, utilizzabili dal titolare dell’abbonamento. Il credito potrà essere utilizzato entro 12 mesi.

Il valore del voucher è proporzionale al prezzo pagato per l’acquisto dell’abbonamento ed al rapporto tra i giorni di mancato utilizzo ed i giorni complessivi di validità dell’abbonamento, arrotondato all’euro.

Il rimborso tramite voucher potrà essere richiesto solo dopo il 20 settembre e comunque fino al 31 ottobre 2020.

Coloro che hanno acquistato un abbonamento tramite il proprio datore di lavoro o mobility manager potranno ottenere il prolungamento di validità con le stesse modalità degli altri abbonati, mentre dovranno rivolgersi al proprio datore di lavoro nel caso di richiesta opzionale di voucher.

Per maggiori informazioni è possibile cosultare le Faq

Qui il modulo di richiesta online