Home Breaking News Conselve, nessuna rivoluzione di orari e classi all’istituto Mattei

Conselve, nessuna rivoluzione di orari e classi all’istituto Mattei

Tutto pronto per affrontare il nuovo anno scolastico, non servirà la didattica a distanza e i laboratori saranno aperti

Aula Covid

Prove di “normalità” al “Mattei”: all’istituto superiore conselvano c’è tutta l’intenzione di affrontare il novo anno scolastico riducendo al minimo i disagi e organizzando al meglio gli ampi spazi di cui la scuola dispone per poter partire con la stessa scansione oraria di ogni anno. Il tutto ovviamente nel rispetto delle linee guida fornite dal ministero per contenere il rischio di contagio. Niente stravolgimenti di orari o divisioni di classi quindi, niente didattica a distanza e anche i laboratori conserveranno la loro funzione.

Le parole della vice preside dell’Istituto Mattei

“Gli spazi nelle aule sono sufficienti – spiega la vice preside Laura Sapienza – per il numero di studenti che le compone. Infatti, in ogni aula, con i banchi che già abbiamo possono entrarci 23 studenti e un insegnante mantenendo un distanziamento superiore ad un metro. Inoltre, per quelle pochissime classi più numerose, abbiamo già provveduto a richiedere delle sedie con ribaltina o con tavolino incorporato in modo da guadagnare lo spazio per altri 2 o 3 studenti. Considerando che la scuola ha diverse uscite d’emergenza, si è pensato di utilizzarle, oltre ai consueti ingressi: facendo entrare due classi da ogni porta e facendo seguire loro percorsi diversi si riuscirà a garantire a tutti gli studenti l’ingresso a scuola alle ore 8. Certo gli studenti dovranno impegnarsi a mantenere il distanziamento richiesto, la mascherina, prima di accedere in aula dovranno sanificarsi le mani e sarà obbligo delle famiglie accertarsi che abbiano una temperatura corporea inferiore ai 37,5 gradi”. Buone notizie anche per laboratorio, che continueranno ad essere usati per le normali attività didattiche delle classi.

“Stiamo cercando di organizzare l’orario di lezione – aggiunge la professoressa Sapienza – lasciando un intervallo di tempo utile per la sanificazione ogni qualvolta venga utilizzato da un’altra classe. Per fare questo sarà necessario che alla scuola venga concesso qualche collaboratore in più, ma siamo convinti che il ministero ci aiuterà. Tutti i docenti ora hanno un valore aggiunto, perché durante il lockdown hanno appreso tecniche nuove sul digitale e sulle metodologie, che, adesso, saranno parte integrante della didattica in presenza. La palestra, infine sarà utilizzata per le attività di Educazione Fisica dagli insegnanti di Scienze Motorie che privilegeranno le attività all’aria aperta”.

Le più lette