Home Trevigiano Istrana, sostegno alla città: “Lavoro di squadra”

Istrana, sostegno alla città: “Lavoro di squadra”

Maggioranza e minoranza uniti nella ripartenza dopo il Coronavirus

Istrana

“Con grande senso di responsabilità il consiglio comunale unanime, in una unione di forze bipartisan ha messo in campo un piano di azioni per il sostegno delle famiglie e delle imprese con interventi concreti e diretti a chi è stato colpito dall’emergenza, grazie anche ai fondi messi a disposizione dalla generosità di imprese e privati che ringraziamo – commenta la sindaca Maria Grazia Gasparini – Azioni per ripartire uniti e rilanciare i vari settori di attività con coesione sociale e attenzione alle famiglie”.

Numerose sono le azioni che in questo periodo di pandemia hanno visto un concerto di energie tra tutte le forze politiche che, insieme, sono riuscite ad elaborare azioni di sostegno rivolte a famiglie e imprese per il rilancio post emergenza. Tra queste il rimborso del servizio di trasporto scolastico non usufruito dalle famiglie per il periodo da marzo a giugno e anche il rimborso del costo del tempo integrato per i ragazzi delle scuole. Sempre per i ragazzi, il Comune ha attivato i centri estivi andando così incontro anche alle esigenze delle famiglie con entrambi i genitori lavoratori. Centomila euro sono andati poi alle scuole parrocchiali per permettere alle famiglie di poter godere di una retta agevolata.

Per rimanere al fianco di famiglie e ragazzi, l’amministrazione sta anche valutando con l’Istituto comprensivo la possibilità di avviare un percorso di studio assistito per l’accompagnamento degli alunni alla ripresa scolastica. Non solo studenti e famiglie, il progetto di rilancio ha tenuto anche conto delle imprese locali con progettualità formulate in collaborazione con le associazioni di categoria e i consorzi fidi che tramite accordo con gli istituti bancari fanno da garanti per l’erogazione di prestiti ai comparti dell’industria del commercio, dell’artigianato e dell’agricoltura. Per promuovere le attività ricettive del territorio, l’amministrazione ha optato per l’ampliamento gratuito dei plateatici e l’esonero del pagamento della Tosap fino al 31 ottobre.

Lucia Russo

Le più lette