Home Salute Mangiare il mango ha effetti benefici sull’intestino

Mangiare il mango ha effetti benefici sull’intestino

Mango benefici

L’arrivo del caldo torrido rende sempre più scarso anche l’appetito e spesso, per non appesantirsi troppo, si sceglie di mangiaresolo un po’ di frutta fresca. Tra i frutti estivi ce n’è unoche è particolarmente nutriente e ricco di proprietà benefiche: si tratta del mango, frutto esotico giallo-arancio dolce e succoso proveniente da alberi tropicali. Con un contenuto calorico di tutto rispetto di 60 kcal per 100 grammi, il mango presenta anche diverse caratteristiche nutritive che lo rendono unico.

Quali sono le proprietà benefiche del mango

Prima di tutto, quando si compra la frutta è bene assicurarsi che provenga dalle migliori zone d’origine come avviene con il mango dei Fratelli Orsero, gruppo leader nell’importazione e distribuzione di prodotti ortofrutticoli freschi. Se è di qualità, il mango presenta molti benefici che giovano alla salute del corpo: si tratta in primis di un antiossidante e antinfiammatorio naturale, che da una parte quindi combatte radicali liberi e rafforza il sistema immunitario grazie a vitamina C e polifenoli, dall’altra, in forma di estratto, è utile nel trattamento e nella prevenzione del dolore neuropatico. Il mango è di aiuto anche nel prevenire l’obesità in quanto contribuisce a ridurre il peso corporeo, migliora il profilo lipidico dando benefici a chi soffre di colesterolo alto ed è a rischio cardiovascolare e aumenta i livelli ematici di glucosio e insulina, aiutando nella prevenzione del diabete. Il lupeolo contenuto nel mango, inoltre, ha proprietà antitumorali e rallenta il processo di invecchiamento della pelle. Il mango va consumato senza la buccia, tagliando la polpa a pezzetti o mangiandolo direttamente con il cucchiaio; spesso però lo si può trovare anche essiccato, in succo o sotto forma di chutney, una salsa tipica della cucina sud-orientale.

I benefici di questo frutto a livello intestinale

Oltre tutte le proprietà sopra elencate, il mango è anche un grande alleato dell’apparato digerente. Uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Nutrition&FoodResearch ha visto i ricercatori dell’Università del Texas porre sotto osservazione per un mese 36 persone che soffrivano di stitichezza cronica, dividendole in due gruppi: uno che ha mangiato una dose giornaliera di 300 grammi di mango – praticamente un frutto intero – e uno che ha invece assunto un integratore di fibre, seguendo per il resto la stessa dieta. Al termine dell’osservazione tutti i soggetti hanno presentato miglioramenti della propria condizione, con dei benefici più marcati però per quanto riguarda il gruppo che ha mangiato il mango, che aveva anche migliorato la qualità dei batteri buoni dell’intestino e ridotto maggiormente l’infiammazione. Lo studio ha dunque dimostrato che, nel combattere la stitichezza, sono più utili i polifenoli contenuti nel mango rispetto agli integratori di fibre creati appositamente per curare quella condizione: una vera e propria medicina naturale.