Home Veneziano Miranese Sud Santa Maria di Sala: bus Actv, scatta la raccolta di firme

Santa Maria di Sala: bus Actv, scatta la raccolta di firme

I cittadini chiedono il ripristino delle corse pre Covid in previsione dell’autunno

Autobus Actv

Corse Actv non ancora a pieno regime, scatta la raccolta firme a Santa Maria di Sala. La petizione è indirizzata al sindaco e chiede il ripristino pieno e definitivo delle corse come’erano prima dell’emergenza Coronavirus. L’iniziativa è partita nelle scorse settimane da alcuni cittadini di capoluogo e frazioni, che hanno predisposto moduli da firmare in vari punti di raccolta del territorio: l’obiettivo è evitare quello che i promotori stessi definiscono “taglio” del trasporto pubblico locale, anche se formalmente temporaneo a causa dell’emergenza Covid.

La richiesta dei cittadini

“Ma che sta negando a noi cittadini – scrivono – il diritto alla mobilità. La paralisi inflitta al trasporto pubblico locale dal Covid ha portato un drastico taglio del servizio e il settore che oggi ne sta risentendo di più è proprio quello extraurbano”. Lo sa bene il sindaco Nicola Fragomeni, a cui è indirizzata la petizione, che sempre nelle scorse settimane ha parlato personalmente con il presidente di Actv Luca Scalabrin per ripristinare la linea 17E Mirano-Caltana.

“Ma tutte le linee periferiche – proseguono i cittadini – che portavano gli utenti a raggiungere i capolinea delle arterie principali con direttrice Venezia sono in forse. Anche se sono state ripristinate 6 corse della linea 17E chiediamo come fruitori del servizio che vengano ripristinate a pieno regime tutte le corse soppresse della linea Mirano-Caltana e Caltana-Mirano e anche quelle della linea 3E (Mirano-Borgoricco e Borgoricco-Mirano)”.

I promotori chiedono che la richiesta venga portata all’attenzione del Consiglio Metropolitano e in Regione: “Viste le ripercussioni che ancora oggi gravano sugli spostamenti da e per il proprio luogo di lavoro, casa e affini. Il nostro pensiero va in primis alle fasce più deboli, diversamente abili e anziani, fino ad arrivare a chi il trasporto pubblico lo usa come unico mezzo per i propri spostamenti e necessità”. Le firme si raccolgono alla cartoleria Lo Scrigno di Veternigo, tabaccheria Il Cerino di Caselle, pasticceria Bertan di Sant’Angelo, supermercato Belmarket di Stigliano, cartoleria Ventuno di Caltana e tabaccheria Manente di S. Maria di Sala.

Filippo De Gaspari

Le più lette