Home Rodigino Adria Adria, obiettivo: più decoro per la città

Adria, obiettivo: più decoro per la città

Approvati dal consiglio comunale di Adria nelle scorse settimane due importanti regolamenti per la salvaguardia ambientale del territorio

Comune di Adria

Il primo riguarda l’avvio del servizio delle guardie ecologiche di Ecoambiente, figure che presidieranno tutti i comuni del Delta con “funzione di deterrenza, e se del caso sanzionatoria”, nei confronti delle persone che abbandonano i rifiuti per strada. Non solo Adria quindi, ma anche Ariano Polesine, Corbola, Loreo, Papozze, Porto Tolle, Porto Viro, Rosolina e Taglio di Po hanno dato il loro via libera alle guardie ecologiche per permettere ai comuni di migliorare il servizio di raccolta dei rifiuti, al momento in alcune zone non ancora sufficiente, di tutelare l’ambiente e di garantire un risparmio per tutti.

Le guardie ecologiche di Adria

Le guardie ecologiche saranno dotate di apposita divisa e tesserino e si muoveranno su auto appositamente attrezzate e facilmente riconoscibili.

Controlleranno sia le aree sensibili, come spiagge e golene, dove sempre più spesso accadono episodi di abbandono di rifiuti, sia le isole ecologiche e cassonetti, verificando che la differenziata venga eseguita in modo corretto. Ma non solo: avranno infatti anche una funzione di informazione e di ascolto.

Saranno pertanto appositamente formate per raccogliere domande e suggerimenti da parte dei cittadini e chiarire i loro dubbi. L’altro importante regolamento approvato è quello sul Decoro urbano e per la tutela della civile convivenza tra i cittadini. L’ultima versione risaliva al 2003 e non era più in grado di rispondere alle esigenze della città, fanno sapere dal Comune. Tra le molte innovazioni apportate rilevante di rilievo è quella della diffida amministrativa che ha lo scopo di favorire un adeguamento volontario e consapevole dello stile di vita promuovendo un’azione amministrativa educativa e non punitiva verso il cittadino.

Chiara Tomao

Le più lette