Home Rodigino Adria Adria: scoperto il responsabile dei furti ai negozi

Adria: scoperto il responsabile dei furti ai negozi

Nei mesi scorsi numerose attività commerciali di Adria avevano subito furti e atti vandalici: ora il 19enne compevole è stato fermato e messo agli arresti domiciliari

L’8 settembre 2020 i militari della Stazione Carabinieri di Adria, nel medesimo centro, hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Rovigo (Dott. Pietro Mondaini), su richiesta della locale Procura della Repubblica di Rovigo, (P.M. Dott. Ermindo Mammucci), nei confronti di giovane adriese, 19enne, ritenuto responsabile di in una serie di furti con la c.d. tecnica della “spaccata” avvenuti nel mese di agosto 2020, ai danni di numerosi esercizi commerciali della zona.

Si tratta di un’attività criminale la cui serialità e la particolare tecnica criminale aveva suscitato una forte preoccupazione nell’ambiente imprenditoriale. Il responsabile, pur essendo molto giovane, è ritenuto soggetto dedito alla commissione di delitti contro il patrimonio , motivo per il quale l’A.G. ne ha ravvisato gli estremi di gravità e pericolosità soggettiva.

La vicenda, le indagini

Le indagini avviate nel corso dei delitti perpetrati sin da luglio 2020, sono state supportate da una serie di testimonianze e da indagini tecniche che si ritiene abbiano permesso di individuare l’identità del responsabile. Anche per tali circostanze è stata fondamentale la collaborazione delle stesse vittime che hanno fattivamente collaborato con la polizia giudiziaria per ricostruire le dinamiche criminose.

Costante l’impegno dei CC nell’attività intesa a proiettare in città servizi di prevenzione, sia in quella repressiva diretta a ridurre l’impatto criminoso nel territorio.

Tra i consigli da fornire all’utenza per tutelare la proprietà privata e le dimore delle fasce deboli si ricordano sempre le seguenti raccomandazioni: “nell’immediatezza di qualsiasi tentativo di ingresso clandestino in abitazioni o attività commerciali, di individuazione di veicoli e soggetti ritenuti sospetti, allertare il pronto intervento “112”.

Le più lette