Home Rodigino Adria Adria: Socotherm, ancora molte incertezze

Adria: Socotherm, ancora molte incertezze

Vertice in Regione per parlare del futuro del sito polesano

Incertezza sul futuro dello stabilimento Socotherm, multinazionale del rivestimento tubi per oleodotti e acquedotti che da anni ha i suoi stabilimenti nella zona industriale di Adria. Preoccupazioni da parte dei lavoratori dopo che circa ottanta dipendenti si trovano in cassa integrazione da febbraio a causa del crollo del mercato internazionale, fortemente condizionato dal crollo del prezzo del petrolio e dallo stop negli investimenti infrastrutturali delle società petrolifere e di idrocarburi.

Il futuro dell’azienda

I rappresentanti sindacali avevano espresso la richiesta di incontro nei mesi scorsi dopo che il gruppo Shawcor aveva dato comunicazione agli azionisti della necessità che si era fatta avanti di effettuare tagli al personale a fronte di un’azione di risparmio che avrebbe portato alla chiusura di quattro siti entro il 2020. Sul futuro dell’azienda ha deciso di vigilare anche la Regione del Veneto in accordo con i vertici aziendale, le parti sociali e l’amministrazione comunale.

A seguito del confronto avvenuto tra le parti la multinazionale ci ha tenuto a ribadire il valore strategico del sito produttivo di Adria e l’intenzione di mettere in campo ogni iniziativa utile al fine della valorizzazione dello stabilimento e delle competenze professionali dei lavoratori. Il tavolo regionale di monitoraggio si riunirà nuovamente in autunno e le parti rimarranno costantemente in aggiornamento su eventuali novità.

Gaia Ferrarese

Le più lette