Home Veneziano Chioggia Area cani via San Zeno, a Chioggia confronto in Comune

Area cani via San Zeno, a Chioggia confronto in Comune

Area cani di Chioggia, l’attivista Laura Doria: “Servono maggiori provvedimenti”

Ricevuti in Comune lo scorso agosto i frequentatori dell’area cani di via Zeno che hanno chiesto chiarimenti relativamente ad alcune questioni. “Sulla questione del Parco grande – spiega Laura Doria – siamo stati edotti delle intenzioni d’utilizzo dello stesso nell’immediato futuro, ovvero di riservarlo, in questa fase di emergenza sanitaria, ai minori per attività ludiche e ricreative”.

“Resta il fatto comunque che, a fine emergenza, come promesso nell’incontro, – precisa l’attivista – il Comune dovrebbe dare spiegazione indicando il preciso provvedimento formale che stabilisce il divieto di ingresso ai cani nella restante area, dato che quello indicato nel cartello di divieto risulta essere di carattere troppo generale e non specifico”. “Per l’abbattimento delle barriere architettoniche presenti, – prosegue Doria – siamo stati rassicurati: se ne occuperà a breve l’Ufficio Lavori Pubblici”.

Per quanto riguarda l’area sgambamento sono state riproposte una serie di problematiche; si è chiesto un ampliamento dell’area stessa a cui è seguita una risposta negativa poichè il progetto per i minori è basato sull’attuale area disponibile. Invece la dog toilet è già stata acquistata, dev’essere installata; a breve su procederà a sistemare il cancello (sprovvisto di sistema di chiusura e pericoloso). Vi sono buone probabilità che il telo frangivento posto sulla rete che divide le due aree, venga rimosso. Vi è disponibilità per una fontanella ma non garanzia sui tempi di installazione.

“E’ stato posto il problema dei bidoni della spazzatura collocati all’esterno che provocano odori nauseabondi, – conclude Doria – oltre al proliferare di insetti che danno parecchio fastidio; abbiamo suggerito di posizionare una rete con trama fitta per ridurre la problematica, anche su questo abbiamo constatato una disponibilità di massima”.

E’ stata chiesta almeno una panchina per l’area sgambamento del Parco dell’Isola dell’Unione, la Dirigente dell’Ufficio è intervenuta immediatamente sollecitandone a chi di dovere l’installazione.

Le più lette