Home Padovano Camposampierese Ovest Campodarsego, amministrative: in lizza Gallo e Fasolo

Campodarsego, amministrative: in lizza Gallo e Fasolo

A Campodarsego, due candidati: in sfida Gallo e Fasolo per la poltrona di primo cittadino

Valter Gallo: “Il mio sogno? La cittadella scolastica”

Valter Gallo, imprenditore, residente nel ca- poluogo è il candidato a sindaco della lista “Valter Gallo sindaco. Uno di voi”. Cinquantuno anni, è sposato con Ketty e padre di Veronica, 22 anni, e di Jacopo, 17 anni. Il simbolo scelto richiama il suo nome e lo raffigura mentre si rimbocca le maniche. “Chi mi conosce sa che questo più che uno slogan è un mio modo di essere da sempre: mi contraddistingue il fare, il risolvere i problemi, il lavorare per realizzare progetti, opere, aspettative, impegni”.

“Con la gente per la gente” è lo slogan adottato da Gallo e dalla sua lista che si presenta in continuità con la maggioranza uscente guidata, per dieci anni, dal sindaco Mirko Patron. Una compagine all’interno della quale Gallo è stato fino a oggi vicesindaco e assessore per tutti i dieci anni con deleghe a sport, lavori pubblici ed edilizia privata. “Aver lavorato in questi dieci anni a fianco di Mirko ha rappresentato per me e per assessori e consiglieri un’occasione di crescita personale e amministrativa”.

Gallo ha voluto al suo fianco un nome importante come quello dell’assessore uscente Fabio Marzaro (Urbanistica e Cultura), stimato e apprezzato dai suoi cittadini, ma anche ad esempio nel camposampierese per il quale coordina il Tavolo della Cultura e, ancora, un altro assessore uscente: Paolo Mason (Ambiente, Attività produttive, Commercio, Protezione civile). In lista anche l’attuale presidente del consiglio comunale Mario Pistore; Fiorella Bedin, (consigliere delegato all’Associazionismo e volontariato); Daniele Pavin (delegato alla Sicurezza). Non si ricandida Pierantonio Coletto, attuale consigliere delegato alla Pubblica istruzione.

“Tante le opere, gli investimenti, i progetti in cantiere – afferma Gallo -. Basti pensare che ne abbiamo pronti da realizzare per almeno 6 milioni, ma il momento non è e non sarà facile. Bisognerà andare con i piedi di piombo e soprattutto capire quanto e come le aziende riusciranno a risollevarsi. Il grande sogno rimane per me e per la mia squadra quello coltivano fino a oggi: la realizzazione di una grande cittadella scolastica, a partire da un polo unico per le elementari dotato di tutti i servizi compresi spazi verdi e sportivi. Ricordiamo che è stata acquistata l’area un’area dietro l’attuale plesso di Via Verdi destinata proprio a far sorgerequesta sorta di nuovo campus per tutta la nostra comunità”.

In lista con Gallo anche quattro candidati della Lega Nord con cui Gallo ha stretto un accordo. Si tratta degli esponenti della corrente che, alla fine, ha prevalso su quanti propendevano invece per una corsa in solitaria del Carroccio senza apparentamenti.

Giampaolo Fasolo: “Vogliamo mettere insieme le migliori energie espresse dal nostro territorio”

Il candidato a sindaco della lista “Si può fare insieme” è Giampaolo Fasolo, 62 anni, di Fiumicello, ingegnere meccanico, attualmente dipende di un’azienda in cui è specialista in Sistemi di Tenuta per applicazioni industriali con particolare riferimento alle applicazioni nel settore Food&Beverage (cibi e bevande) e Pharma (applicazioni medicali, chimiche e farmaceutiche). Tra i vari impegni da sempre il volontariato: è stato presidente Aido Provinciale Padova dal 2001 al 2008 e dal 2012 al 2016, membro rifondatore e componente del consiglio direttivo del Centro Servizi Volontariato di Padova dal 2003 al 2012, presidente della Consulta del Volontariato di Padova dal 2005 al 2011, tuttora presidente Opera Pia Maiset-Navarini di Campodarsego dal 1999.

“L’emergenza Covid-19 – spiega Fasolo – ci costringe tutti a ripensare in chiave totalmente nuova l’esperienza politica e amministrativa del territorio che abitiamo. Non possiamo pensare alla politica di oggi con i criteri di ieri: occorre riconoscere che anche i comuni come il nostro possono e devono operare scelte organiche e coerenti che sappiano coniugare la tutela dell’ambiente con la promozione e la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, la questione della vivibilità con la bellezza del nostro territorio, la solidarietà con la ricerca di politiche inclusive”.

“Si può fare insieme”è una lista apartitica e formata da persone provenienti dal mondo del lavoro, impegnati nel sociale e nel volontariato civile. “Nella nostra lunga frequentazione degli ambienti del Lavoro e del Volontariato sociale ci è capitata la fortuna di conoscere persone eccezionali appartenenti ad ogni fede politica, persone che poi hanno fatto cose egregie nei contesti in cui hanno avuto modo di spendersi – continua Fasolo -. Il volontariato non ha colorazioni politiche. L’azzardo (e anche la novità) è quello di voler mettere insieme le migliori energie espresse dal nostro territorio senza che possano essere incasellate all’interno di un qualsiasi limitativo schieramento politico, persone nuove ma con esperienza, che possano portare alla pratica amministrativa del proprio territorio le buone prassi che sono state acquisite e a lungo attuate con successo nel lavoro o all’interno dei rispettivi ambiti associativi. Il simbolo è un girasole la cui caratteristica è quella di girare il capolino in alto verso il cielo puntando sempre il sole, dal mattino al tramonto. È quello che abbiamo l’ambizione di fare anche noi. A conferma di questa linea di pensiero, il programma della lista “Si può fare insieme” è stato costruito ascoltando le esigenze dei nostri concittadini e non è calato dall’alto”.

Al primo punto il tema del lavoro seguito dalla cittadella scolastica del futuro, asili nido – scuole dell’infanzia – casa di riposo, miglioramento dell’integrazione, sicurezza, socialità e solidarietà mobilità sostenibile, ambiente e territorio.

Nicoletta Masetto

Le più lette