Home Veneziano Riviera del Brenta Dolo, Alberto Polo: "Ci siamo sempre assunti le nostre responsabilità"

Dolo, Alberto Polo: “Ci siamo sempre assunti le nostre responsabilità”

Alle regionali primeggia il centrodestra, ma alle comunali di Dolo vince centrosinistra di Alberto Polo

Elezioni a Dolo, quando i candidati fanno la differenza. Si potrebbe riassumere così l’esito clamoroso delle consultazioni che si sono tenute nella cittadina della Riviera del Brenta il 20 e 21 settembre scorsi. Si è assistito da un lato all’esito scontato dei risultati delle regionali, dove anche qui il plebiscito per il presidente uscente Luca Zaia (centrodestra) non è mancato e ha raggiunto il 70,54% dei consensi e 5759 voti, dall’altro invece si è registrato il risultato in totale controtendenza delle elezioni comunali, in cui, con il 66,54% dei consensi e 5335 voti, si è affermato il sindaco Alberto Polo (centrosinistra) con la sua lista “Polo sindaco- Dolo democratica”.

Il centrodestra con il candidato sindaco Ivano Michelotto si è fermato al 33,46 % con 2683 voti. Polo di fatto ha totalizzato tanti consensi quasi quanto quelli di Zaia. Ma a Dolo il giorno dopo l’esito, la sorpresa per fra la gente per questo risultato che all’esterno appare clamoroso, non c’era. La sensazione che si stesse giocando una partita completamente diversa era nell’aria. I cittadini di Dolo hanno premiato l’amministrazione comunale uscente per i risultati ottenuti e contemporaneamente quella regionale per le stesse ragioni. Si è dato valore alle persone e al loro concreto operato, lasciando al palo i partiti tradizionali. E non è un caso che alle regionali, unica consultazione dove il consenso ai partiti era misurabile, sempre a Dolo, né la Lega ne il Pd hanno brillato. La Lega fagocitata dalla lista Zaia ha raccolto un misero 11,31 %, il Pd è rimasto sulla media regionale con il 15,76%.

Le parole del sindaco

Il sindaco di Dolo Alberto Polo rieletto è più che soddisfatto di come sono andate le cose alle elezioni comunali. “Abbiamo lavorato per il cambiamento di Dolo- ha dichiarato subito dopo la vittoria il sindaco Alberto Polo- continueremo a farlo. Ringrazio i cittadini che sono venuti a votare anche in numero maggiore rispetto a 5 anni fa apprezzando, inoltre, la nostra scelta di allestire i seggi nelle palestre per non chiudere le scuole. Siamo felici del risultato raggiunto perché premia un lavoro che parte da lontano fatto di attenzione partito, ormai dieci anni fa dai banchi dell’opposizione. Non credo esista un “modello Dolo”: la nostra ricetta è sempre stata quella di guardarci sempre negli occhi e di assumerci le responsabilità delle decisioni senza perderci in tatticismi o polemiche”.

Va detto infine che in Riviera non è la prima volta che si assistono a totali ribaltamenti di fronte fra elezioni diverse. Era capitato l’anno scorso a Camponogara in cui il centrodestra alle elezioni europee aveva raccolto 60% dei consensi, ma contemporaneamente alle comunali meno della metà. Si impose così il centrosinistra di un soffio.Lì però correvano tre liste. A Dolo per Polo è stato un trionfo contro un centrodestra unito. Un premioinequivocabile, insomma, dato dai cittadini dalla capacità amministrativa della giunta uscente.

Alessandro Abbadir

Le più lette