Home Salute Bassa padovana Il dentista al tempo del coronavirus

Il dentista al tempo del coronavirus

I professionisti hanno affrontato l’emergenza con senso di responsabilità e hanno applicato le disposizioni delle linee guida senza gravare sui pazienti

Il 2020 sicuramente passerà alla storia come l’anno del coronavirus. Ad oggi, in piena estate di questo anno così particolare, non sappiamo ancora quale sarà l’impatto per il prossimo futuro, considerato che mentre in Italia in queste settimane il Covid ha allentato la presa, la pandemia in altre parti del pianeta sta registrando impennate e numeri da record, tanto che anche nel nostro Paese crescono i timori per il riaccendersi dei focolai.

Ad affrontare questa situazione complessa e carica di incognite si trovano in particolare i professionisti in ambito sanitario. Il dentista, con la sua organizzazione imprenditoriale e il bagaglio della formazione professionale, deve tener conto degli aspetti sanitari in primis, ma non può trascurare anche le conseguenze e i riflessi di carattere economico-imprenditoriale. Il dentista si è trovato forse per la prima volta, in balia di più fattori potenzialmente negativi per la sua professione, tenendo ferma la necessità di dover garantire la salvaguardia dei suoi pazienti, del proprio personale e collaboratori oltre che di se stesso.

Ebbene, possiamo dire che mediamente finora i dentisti hanno risposto in modo egregio a questa situazione di emergenza. In poco tempo si sono organizzati e attrezzati per applicare scrupolosamente le nuove linee guida dettate da vari organismi, per garantire la salute di chiunque si rivolgesse ad uno studio dentistico privato. I dentisti, inoltre, hanno investito tempo e fondi per cogliere e mettere in pratica anche le necessità del mercato e quanto potesse offrire, dovendo spesso fare attenzione a false promesse di alcuni settori entrati in fibrillazione e piuttosto attivi solo per fare business, sfruttando il momento critico. Va detto che le stesse società operanti nel settore, vale a dire produttori, importatori, distributori, nella maggior parte dei casi, hanno agito correttamente senza cercare il lucro a tutti i costi. T

utto il settore, in definitiva, si è mosso bene rispondendo compatto e co grande senso di resposabilità. Questo approvvio e queste attenzioni hanno tenuto al sicuro la professione del dentista, tanto che finora non si segnalano casi di contagio negli studi privati. Gli stessi pazienti hanno risposto dimostrando grande fiducia al proprio dentista di riferimento, al quale si sono sempre rivolti e affidati con serenità, comprensione e spirito di collaborazione. Infine un accenno ai costi. Dall’inizio della pandemia non si registrano aumenti nel nostro settore. Questo significa che l’odontoiatra coscienzioso e onesto non ha scaricato sul suo paziente un solo euro di quanto investito per la sicurezza. Ritengo che tutto questo faccia onore alla nostra categoria, che ha retto con responsabilità e professionalità e affrontato senza indugio questo lungo anno del coronavirus.

Dr. Massimiliano Veronese
Studio dentistico
Via Giacomo Matteotti – Este (Pd)
Tel. 0429 601485
studioveronese.m@libero.it

Le più lette