Home Breaking News Mobilità, confronto a Spinea per migliorare la città

Mobilità, confronto a Spinea per migliorare la città

Proposta l’idea della “Pista dei Parchi”, un tracciato nel verde, che permette un collegamento parallelo a via Miranese da via della Costituzione fino a via Calabria a Mestre

Spinea

L’opposizione politica a Spinea propone all’amministrazione di ripensare la mobilità della città. La proposta arriva in questo momento perché l’emergenza Covid 19, ha messo in evidenza un problema non più rinviabile e, il modello di mobilità che abbiamo sempre conosciuto, è stato messo in crisi.

Le parole della minoranza

“La ripartenza di Spinea ha davanti un’occasione storica, fare tesoro delle criticità emerse per costruire nuovi modi di muoversi dentro e fuori il territorio comunale – spiega per i consiglieri di minoranza Gianpier Chinellato. L’uso della bicicletta è sempre più un modo per rispondere a questa sfida, oggi con le tecnologie delle biciclette elettriche, muoversi in un raggio di 10 chilometri diventa molto più veloce e conveniente dell’uso dell’automobile”. L’opposizione propone all’amministrazione la sua esperienza consolidata, per realizzare un vero telaio urbano ed intercomunale di piste ciclabili. Nella proposta vanno progettati due ambiti specifici: in primis le piste di collegamento urbano (continuità ciclabile, collegamenti scuole quartieri); e le piste ambientali. L’opposizione inoltre chiede all’amministrazione di proseguire il progetto della “Pista dei Parchi”, un tracciato nel verde, in sicurezza, lungo gli argini e che permette un collegamento parallelo a via Miranese da via della Costituzione fino a via Calabria a Mestre. L’invito alla giunta è di prendere un impegno concreto, in dialogo con il Comune di Venezia e Città Metropolitana.

Le parole dell’amministrazione

“L’opposizione si mette a disposizione per dare l’apporto per il bene di Spinea”. L’amministrazione risponde che in questo momento le forze sono concentrate principalmente altrove anche se resta aperta al dialogo. “Ringraziamo l’opposizione, come sempre, per i suggerimenti, ricordando che si sta lavorando su tutta la mobilità cittadina, ciclabili comprese – dice la sindaca Martina Vesnave. In questa direzione vanno biciplan, bikesharing e parcheggi per le biciclette (10 postazioni già individuate), messa in sicurezza delle piste e collegamenti vari. Tuttavia questo ha poco a che fare col covid, in prima battuta perché sono azioni già pensate ben prima della pandemia, in seconda battuta piuttosto preme sottolineare che attualmente ciò che ha priorità assoluta e inderogabile sono le scuole e tutto ciò che le riguarda dentro e fuori dalle 4 mura”. Roberta Pasqualetto

Le più lette