Home Padovano Bassa Padovana Monselice: stop al consumo di bevande alcoliche nei luoghi pubblici

Monselice: stop al consumo di bevande alcoliche nei luoghi pubblici

Nel comune di Monselice è stata istituita una nuova ordinanza per il contenimento del contagio da Coronavirus: vietato il consumo bevande alcoliche nei luoghi pubblici o aperti al pubblico

Il Sindaco in data odierna, come da anticipazioni già comunicate nelle scorse settimane, ha firmato l’ordinanza per l’applicazione delle misure di mitigazione del rischio di diffusione Coronavirus relativamente al divieto di consumo bevande alcoliche nei luoghi pubblici o aperti al pubblico.

La necessità di garantire la pubblica incolumità e la riduzione del rischio di contagio della popolazione attraverso il rispetto del divieto di assembramento in luoghi pubblici e privati è sorta in quanto si sono verificati, nei fine settimana scorsi, oltre ad assembramenti e palesi violazioni degli obblighi di distanziamento sociale, risse e liti, causate dall’abuso di sostanze alcoliche con serio pericolo per l’incolumità pubblica, la sicurezza urbana e la salute pubblica, come risulta dai numerosi accertamenti della Polizia Locale.

Nuova ordinanza: i dettagli

Pertanto, il Sindaco ha disposto fino al 14 ottobre 2020 e solo nel Centro Storico, il divieto:

1) a chiunque di consumare all’aperto bevande alcoliche di qualsiasi gradazione, dalle ore 20.00 di ogni giorno fino alla chiusura degli esercizi, prevedendo che la somministrazione e il consumo delle stesse possano avvenire unicamente all’interno dei locali sede dei pubblici esercizi autorizzati oppure nelle aree concesse e/o adibite a plateatico degli stessi, poiché il gestore è in grado di garantire il rispetto della distanza interpersonale prescritta dalle linee guida di cui in premessa;

2) dalle ore 18:00 alle ore 06:00 del giorno seguente la vendita per asporto di bevande contenute in bottiglie e/o bicchieri e/o contenitori in genere di VETRO da parte di personale operante presso pubblici esercizi in sede fissa e su area pubblica, laboratori artigiani e circoli privati (fanno eccezione le superfici di somministrazione autorizzate). Il divieto trova applicazione anche riguardo a distributori di tipo automatico;

3) il divieto di consumo e/o disponibilità di bevande in bottiglie, bicchieri o contenitori in VETRO sulle aree pubbliche o private ad uso pubblico comprese piazze, giardini piazze, aree monumentali e senza alcun limite di giorno ed ora.

Il Sindaco ricorda “che tale ordinanza è nata dalla volontà dell’Amministrazione di avere un Centro Storico vivo ma sicuro e decoroso, nonché di tutelare la salute delle persone e la quiete pubblica.

Inoltre da questo fine settimana le pattuglie della Polizia Locale da una passeranno a due e quindi avremo nel territorio, oltre ad altre Forze dell’Ordine, quattro agenti di Polizia Locale in turno serale/notturno. Il pugno duro dell’Amministrazione si manifesta anche nelle sanzioni previste nell’ordinanza che arrivano addirittura alla chiusura dell’esercizio o delle attività da 5 a 30 giorni.

Si sta valutando, anche, di istituire divieti di transito a piedi nei vicoli del Centro in certi orari, onde evitare che questi diventino facili luoghi di rifugio per avventori incivili.

Le più lette