Home Padovano Padova Padova, No Rotaie: “è solo questione di volontà politica”

Padova, No Rotaie: “è solo questione di volontà politica”

Liliana Gori, presidente del comitato No Rotaie: “Il tram non esclude il filobus, ma le rotaie hanno costi di manutenzione più elevati”

“Se il Comune volesse potrebbe cambiare il mezzo indicato nel progetto Stazione FS-Voltabarozzo. E non lo dico io, ma direttamente il MIT”. A parlare è Liliana Gori, presidente del Comitato No Rotaie Voltabarozzo.

No tram: costi troppo elevati

“È solo una questione di volontà politica, i “pasticci” delle ultime settimane lo hanno reso fin troppo evidente. Il vincolo per usufruire dei fondi relativi ai 56 milioni è che il mezzo deve essere realizzato “a rotaie e “a fili” come sta scritto nei documenti ministeriali – incalza la presidente del Comitato –. Quindi, non è vero che si perderebbero i finanziamenti: il tram non esclude il filobus. Ovviamente il contributo per un eventuale sistema a filobus sarebbe inferiore perché il costo di una linea è nettamente più basso rispetto a quella prevista per un tram. Il costo di un singolo filobus, però, varia da 400 a 700 mila euro di gran lunga più basso rispetto ai i costi di una singola carrozza da tre cassoni che, anche scontata, vale a 2 milioni e 100 mila euro, com’è stato dichiarato ufficialmente. Pure la stessa installazione di una linea filobus costa molto meno, anche in fatto di manutenzione. La posa di rotaie, e relativi interventi di mantenimento, hanno invece costi altissimi. Dove stanno, allora, i reali benefici di questo sistema già obsoleto prima di essere realizzato?”.