Home Veneziano Chioggia Pesca, nuovi bandi per i contributi Ue destinati a Chioggia

Pesca, nuovi bandi per i contributi Ue destinati a Chioggia

I bandi per i contributi del Fondo europeo per la pesca destinati a Chioggia riguardano promozione del prodotto e dell’ecosostenibilità, oltre alla digitalizzazione

Il Flag Gac (Gruppo d’Azione Costiera) Chioggia e Delta del Po, ente che raccoglie e gestisce i contributi messi a disposizione dal Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (Feamp 2014-2020), segnala come la Regione Veneto nel Bur n. 106 del 17 luglio scorso abbia aperto bandi per il settore pesca e acquacoltura anche clodiense.

Come aderire

I soggetti che intendono accedere ai finanziamenti dovranno inviare le domande, complete di allegati, al Flag “Gac di Chioggia e Delta del Po” mediante invio Pec all’indirizzo di posta elettronica certificata: gacchioggiadeltadelpo@aziendapec.it; la scadenza è fissata per mercoledì 16 settembre 2020, ore 12.00. I bandi, le disposizioni attuative ed il modello di domanda sono disponibili sul sito del Flag, nella sezione Bandi, al seguente indirizzo web: www.gacchioggiadeltadelpo.com. La modulistica afferente gli allegati alla domanda di contributo (dichiarazioni sostitutive, ecc.) è resa disponibile all’indirizzo web: http://www.regione.veneto.it/web/agricoltura-eforeste/programmazione-2014-2020-feamp.

In particolare i bandi riguardano i seguenti ambiti: trasformazione, commercializzazione e valorizzazione del prodotto pescato; tecniche innovative per la gestione della produzione in maricoltura e sviluppo dei sistemi di gestione del seme in ambito lagunare; sostegno alla gestione dei rigetti ai sensi Reg. (UE) 1380/2013 e alla realizzazione di servizi ecosistemici; promuovere misure di governance partecipata per la Gestione Integrata dello Spazio Marittimo entro le12 miglia nautiche; servizi a supporto della comunità nelle aree portuali della pesca; servizi a supporto della informatizzazione, digitalizzazione e tracciabilità nei mercati ittici; sviluppo di spazi culturali e museali per la promozione della cultura della pesca e acquacoltura del territorio del Gac.

“Il Comune sfrutterà questa nuova occasione per portare avanti ulteriori interventi per la sistemazione dell’area del mercato ittico” dichiara l’assessore alla Pesca Daniele Stecco, che sprona anche le aziende locali a partecipare ai bandi.

Le più lette