Home Padovano Padova Est Ponte San Nicolò, due classi saranno trasferite da Roncaglia a Rio

Ponte San Nicolò, due classi saranno trasferite da Roncaglia a Rio

I pasti monoporzione saranno consumati in classe. Andranno anche spostati cavi e cablaggi delle lavagne elettroniche, oltre a 189 armadi da svuotare e riattaccare altrove

Scuola

Il Comune di Ponte San Nicolò ha lo sguardo rivolto a settembre, quando si spera ripartirà l’istruzione con un nuovo anno scolastico. Per prepararsi al meglio, a rispettare tutte le linee guida anti-Covid, però, servono diversi aggiustamenti, ma l’amministrazione non si è fatta cogliere impreparata.

Il punto del vicesindaco Rinuncini

Fa il punto sul “Piano Scuola” Enrico Rinuncini, vicesindaco e assessore ai lavori pubblici: “Abbiamo fatto un vero e proprio “piano di battaglia” – dice – seguendo le linee guida del Ministero per garantire il distanziamento e la sicurezza dei bambini. Fortunatamente in tutte le scuole ci sono già i banchi nuovi, che sono individuali e quindi si possono spostare facilmente, inoltre verranno tolte le cattedre e anche le maestre useranno i banchi piccoli per risparmiare spazio. In alcuni casi dovremo fare qualche lavoro, per esempio abbattendo dei tramezzi per ricavare da due classi una sola più ampia. Poi adegueremo le mense all’uso come aule, visto che i pasti monoporzione saranno consumati in classe. Andranno anche spostati cavi e cablaggi delle lavagne elettroniche, oltre a 189 armadi da svuotare, staccare dalle pareti e riattaccare altrove. Insomma, abbiamo un obiettivo complesso e ambizioso, considerando anche che andrà raggiunto durante il mese di agosto, ma ci stiamo mettendo il massimo impegno”.

Gli interventi di adeguamento costeranno intorno ai 70 mila euro, all’incirca la cifra che il Comune dovrebbe ricevere proprio a tale scopo dal Ministero. Per entrare e uscire dagli istituti, verranno utilizzate tutte le porte e le scale di emergenza, in modo da distribuire i flussi degli alunni ed evitare gli assembramenti. Il tutto senza cambi di orario o spostamenti, tranne in un caso.

“Purtroppo per questioni di spazi due classi delle elementari di Roncaglia dovranno essere trasferite a Rio – spiega Rinuncini. Se tra gli studenti spostati ci fossero fratelli di quelli di Roncaglia, introdurremo un leggero sfalsamento nell’ora di entrata (circa 10 minuti) per agevolare i genitori. Per il resto garantiremo la sicurezza di bambini e ragazzi senza grossi disagi: non esistono doppie classi, turni di mattina e pomeriggio o nuovi orari. È un ottimo risultato raggiunto grazie al grande lavoro di squadra che ha coinvolto il preside dell’istituto comprensivo Paolo Farina, il corpo docente, il sindaco Martino Schiavon, l’assessore all’istruzione Gabriele De Boni e gli uffici comunali. E anche i genitori, che abbiamo incontrato in due riunioni per spiegare e raccontare cosa si stava facendo, condividendo domande e perplessità. Puntiamo a essere una comunità educante: solo insieme riusciremo ad affrontare le sfide che ci attendono senza farle pesare ai ragazzi”. Infine il tema dei seggi elettorali, che si spera di allestire altrove per lasciare utilizzabili le scuole: “Abbiamo un piano per usare palestre, ex municipio e altri locali pubblici, serve l’ok del prefetto”. Carlo Romeo

Le più lette