Home Padovano Promozione turistica e sociale, Abano Terme pronto a ripartire

Promozione turistica e sociale, Abano Terme pronto a ripartire

Il sindaco Barbierato: “La crisi ci ha messi nelle condizioni di dover puntare l’attenzione sul rilancio turistico della città e sull’assistenza a quanti sono rimasti senza lavoro per mesi”

Comune Abano Terme

Ripartenza con un occhio alla promozione turistica, l’altro al sociale nel post lockdown del sindaco di Abano Federico Barbierato.

“Ci siamo trovati ad affrontare una situazione davvero nuova anche come Comune di Abano – spiega il primo cittadino aponense – La crisi, sia economica che turistica, ci ha messi nelle condizioni di dover puntare l’attenzione da una parte sul rilancio turistico della città, dall’altra di prenderci in carico la volontà di dare assistenza a quanti sono rimasti senza lavoro per mesi o che comunque a causa della crisi fanno fatica ad arrivare alla fine del mese”.

In questo senso nel Comune di Abano sono aumentati gli accessi ai Servizi Sociali. “Mai come nei mesi segnati dall’emergenza sanitaria Coronavirus abbiamo avuto richieste di assistenza. Abbiamo quindi dovuto far fronte a questa emergenza stanziando ulteriori soldi per i capitoli di spesa dedicati al sociale”. L’assistenza ha riguardato non solo le famiglie, ma anche le imprese, che hanno goduto di uno sconto nella bolletta della Tari, la tassa sull’asporto dei rifiuti. “Le realtà economiche che hanno subito gli effetti del lockdown non pagheranno per intero la tassa sui rifiuti. Il Consiglio Comunale di Abano Terme ha confermato per l’esercizio 2020 le tariffe Tari per le utenze domestiche e non domestiche deliberate per l’anno 2019. Al contempo abbiamo approvato anche una serie di agevolazioni per le imprese costrette a sospendere l’attività durante l’emergenza sanitaria. L’iniziativa muove dalla deliberazione n. 158 di Arera – l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente – che ha definito un meccanismo di riduzioni da riconoscere alle attività economiche chiuse o fortemente limitate durante i mesi di emergenza da Covid-19. Nello specifico, a beneficiarne sono le attività economiche – individuate tramite specifici codici ATECO – di cui è stata disposta la sospensione tramite provvedimenti governativi o regionali. Queste hanno potuto godere di una riduzione sulla quota variabile della tariffa calcolata o in base ai giorni di chiusura obbligata oppure ad una riduzione fissa, sempre della quota variabile, di circa il 25%”. Ma tanto spazio è dedicato alla promozione turistica per rilanciare il territorio termale, andato in sofferenza nel post lockdown, segnato da presenze non in linea rispetto agli anni scorsi.

Abano Terme, la campagna di Marketing digitale

“Abbiamo lanciato la campagna di marketing digitale Abano Feels Good che ci ha visto superare i 2.5 milioni di follower. Abbiamo anche lavorato con il Consorzio Terme Colli Marketing e in ambito Ogd. Abbiamo puntato su influencer del calibro degli sportivi Galtarossa, Idem e Cipollini”. Federico Franchin