Home Padovano Camposampierese Ovest San Giorgio delle Pertiche: Lucia protagonista al Gran Galà Sport Paralimpico

San Giorgio delle Pertiche: Lucia protagonista al Gran Galà Sport Paralimpico

“La cosa che più mi piace e mi dà forza e motivazione sta nell’espressione di felicità che vede nei miei atleti a ogni nuova sfida vinta”

Da sinistra, Lucia Bano, Caterina Bellotto, Ruggero Vilnai

Premiata la sangiorgese Lucia Bano al Gran Galà Sport Paralimpico. Da un paio d’anni la manifestazione è un evento voluto per dare il giusto e meritato riconoscimento a tutti coloro che contribuiscono alla crescita e allo sviluppo dello sport praticato dalle persone con disabilità.

Quest’anno la serata celebrativa, che si è svolta a Villa Fiorita a Monastier in provincia di Treviso, ha visto assegnare un importantee meritatissimo riconoscimento alla sangiorgese Lucia Bano che da quarant’anni, con tenacia e caparbietà, si impegna a favore dello sport paralimpico. Una passione che, iniziata quasi per caso, ha portato Lucia Bano a ricoprire cariche importanti e prestigiose. Lucia infatti è attualmente responsabile,nella società Aspea Padova, del settore Atletica FISDIR (Federazione italiana sport paraolimpici degli intellettivo relazionali), atletica leggera con disabilità intellettiva. La costanza, l’impegno e la dedizione in questo importante ruolo di responsabile di settore ed allenatrice le ha permesso il raggiungimento di molteplici vittorie nel corso dell’anno 2019.

Le parole di Lucia e dell’amministrazione comunale

Nonostante ciò, Lucia ama poco i riflettori: “La cosa che più mi piace e mi dà forza e motivazione sta nell’espressione di felicità che vede nei miei atleti a ogni nuova sfida vinta”. Nel corso della serata di premiazione Lucia Bano ha ricevuto dalle mani dell’assessore allo sport e alle politiche per la disabilità del Comune di San Giorgio delle Pertiche, Caterina Bellotto e di Ruggero Vilnai, presidente del Comitato Veneto del Cip, Comitato italiano paralimpico, e fondatore dell’Aspea,il “Premio Palma D’argento Al Merito Tecnico” per la determinazione nello spingere gli atleti a superare ogni giorno i propri limiti, un insegnamento che dovrebbe essere diffuso non solo nello sport ma nella vita in generale.

“È importante sottolineare –afferma l’assessore allo sport Bellotto insieme ai colleghi – che lo sport paraolimpico deve continuare a crescere, a generare nuova partecipazione, soprattutto con il sostegno di tutte le istituzioni sia locali come un piccolo Comune che nazionali”. Nicoletta Masetto

Le più lette