Home Padovano Ad Abano si torna in scena con una rassegna che invita a...

Ad Abano si torna in scena con una rassegna che invita a sorridere

L’assessore di Abano Terme, Pollazzi: “Sarà una rassegna innovativa, di qualità, orientata verso la commedia brillante”

La 32esima stagione teatrale ad Abano Terme si farà nonostante il Covid. Partirà con ogni probabilità al teatro comunale il 13 e 14 novembre, con modalità comunque, vista la pandemia in atto diverse da quelle delle stagioni precedenti. A spiegarlo è l’assessore alla Cultura del Comune di Abano, Cristina Pollazzi.

“La presenza di una stagione teatrale innovativa e di qualità – spiega Pollazzi – che risponda al target dei fruitori, possiede un elevato valore sociale soprattutto in una piccola Città come Abano Terme. I cittadini aspettano l’arrivo di questa rassegna, quasi fosse divenuta parte integrante del tessuto vivo del paese. Si è formato uno “zoccolo duro” di spettatori fedelissimi, che garantiscono il “tutto esaurito” nelle varie rappresentazioni. Per questi motivi non si poteva deludere il pubblico con una mancata programmazione seppur in tempo di Covid”. Ma ecco le anticipazioni della nuova stagione teatrale.

“Quest’anno – continua l’assessore – proponiamo una rassegna varia, ma orientata soprattutto verso la commedia brillante: in un periodo un po’ triste è piacevole far nascere qualche sorriso. Comunque vi è anche per questa stagione, come negli scorsi anni, la volontà di seguire quel “filo rosso” di una programmazione di qualità, che diverta, riscaldando il cuore e gratificando la mente per la crescita intellettuale ed interiore della persona.

Si prevede di partire come sempre a novembre e, nel caso particolare, con i due spettacoli, sospesi a causa della pandemia Covid 19, previsti nella scorsa stagione: “La verità di Bakersfield” che pone luce su ciò che possa rendere arte e persone veramente autentiche e la scanzonata commedia dei “Casalinghi disperati”, frizzanti ed irridenti, impegnati a convivere tra loro tra padelle e bollette. Anche quest’anno sarà presente “Stivalaccio teatro” con la professionalità che gli è peculiare ed attori del calibro di Maria Amelia Monti e Anna Bonaiuto”.

Poiché il numero degli spettatori sarà limitato a causa del rispetto delle distanze di prevenzione, per ogni spettacolo sarà prevista una replica in modo da poter accontentare sia gli abbonati sia coloro che, pur amando il teatro, non possono garantire una partecipazione continua. Il costo del biglietto comunque resterà inalterato. Nell’ottica d’impegnare gli adulti, ma anche di educare alla prosa i bimbi, il Comune di Abano punta poi a riproporre “Pomeriggio a Teatro”, che ha avuto tanto consenso lo scorso anno.

Alessandro Abbadir