Home Veneziano Cavarzere Cavarzere, Pasquali: "Poste nelle frazioni? Essenziali"

Cavarzere, Pasquali: “Poste nelle frazioni? Essenziali”

In seguito al ridimensionamento delle Poste nelle frazioni di Cavarzere il consigliere Emanuele Pasquali ha deciso di interrogare l’amministrazione comunale

poste
poste

Un continuo ridimensionamento del servizio delle Poste nelle frazioni che rende la vita difficile ai cittadini, soprattutto a quelli più anziani che hanno maggiori difficoltà a spostarsi. A fare di nuovo luce su un problema annoso, che riguarda Cavarzere come moltissime altre cittadine italiane, è il consigliere Emanuele Pasquali, che sul punto ha interrogato l’amministrazione comunale.

Alla base dell’iniziativa del consigliere c’è la constatazione che il servizio sta pian piano venendo meno: “La frazione di San Pietro ha perso negli scorsi anni l’ufficio postale– ricorda -. Le frazioni di Boscochiaro e Rottanova si trovano con uffici postali che hanno ridotto drasticamente gli orari di apertura agli utenti, portando nel caso di Boscochiaro a 3 aperture settimanali, mentre per l’ufficio di Rottanova l’apertura è riservata a un solo giorno alla settimana”.

Decisamente un disservizio, per Pasquali, soprattutto in questo periodo caratterizzato dall’emergenza coronavirus: “Il territorio di Cavarzere ha un’importante estensione chilometrica e le frazioni si trovano in punti lontani dai servizi essenziali – sottolinea ancora -. L’ufficio postale rende un servizio indispensabile non solo per la normale utenza, ma soprattutto per i numerosi anziani pensionati che si vedono ora costretti a rivolgersi ad altre filiali per il ritiro delle pensioni e per tutti gli altri servizi, con tutti i disagi conseguenti. Specialmente ora, con le misure anti-Covid, devono sobbarcarsi estenuanti code all’esterno dei locali”.

Pasquali tiene a ribadire che “le frazioni e i loro abitanti hanno gli stessi diritti di coloro che abitano in centro a Cavarzere” e che “la difesa di questi servizi è elemento essenziale per poter far sopravvivere i territori periferici e contrastare lo spopolamento che ha investito il territorio comunale”. Da qui la richiesta al sindaco sulle azioni che intende intraprendere per non far sparire questo servizio depauperando il territorio.

Giorgia Gay

Le più lette