Home Veneziano Riviera del Brenta “Dolo Smart City”, una città più vivibile

“Dolo Smart City”, una città più vivibile

La Città Metropolitana di Venezia, dopo un lungo iter di verifica per garantire alla cittadinanza il massimo risultato possibile in termini di efficienza ambientale combinato con un grande risparmio economico, ha dato il via libera al progetto “Dolo Smart City” emendando il bando per l’affidamento dei lavori

Dolo

Nel dettaglio il progetto prevede: la sostituzione di tutto l’impianto di pubblica illuminazione con lampioni a tecnologia Led capace di garantire più luminosità e, dunque, sicurezza per pedoni, ciclisti e automobilisti e un importante risparmio energetico in grado di impattare, in modo significativo, sugli equilibri ambientali. Tutto il parco auto comunale verrà dismesso e sostituito con mezzi elettrici non inquinanti.

E’ prevista poi: l’installazione di impianti di ricarica per auto elettriche geo referenziati e, quindi, segnalati su tutte le mappe e i navigatori a livello internazionale. Ci sarà inoltre la collocazione di hot spot per garantire l’accesso, tramite tecnologia Wi-Fi, gratuito ad internet nei centri di Dolo, Arino e Sambruson. La realizzazione di passaggi perdonali “intelligenti” che garantiscono al pedone di essere sempre illuminato durante l’attraversamento.

Oltre a queste azioni, in fase di miglioramento dell’offerta, le aziende partecipanti ne potranno aggiungere di ulteriori. Il bando di gara, emesso il 7 settembre, rimarrà pubblicato per 45 giorni al termine dei quali la Città Metropolitana assegnerà i lavori al vincitore della gara il quale avrà, poi, sei mesi per la realizzazione di tutto il progetto

. Il progetto Dolo Smart City risulta vantaggioso anche dal punto di vista economico per le casse comunali visto che tutti questi servizi e lavori saranno pagati attraverso un canone annuale inferiore all’attuale “bolletta” che l’amministrazione comunale di Dolo versa per il consumo energetico dell’illuminazione pubblica. “Il progetto “Dolo Smart City” -osservano gli amministratori dolesi – si integra perfettamente al lavoro di efficientamento energetico degli edifici pubblici e al potenziamento della rete di video sorveglianza. In ogni caso costituisce un tassello di una progettualità destinata a crescere ed evolversi nell’arco dei prossimi anni sia in materia di informatizzazione dei servizi comunali (già avviata con buoni risultati per Suap, anagrafico e urbanistica) sia di sicurezza e risparmio energetico ambientale.

Lino Perini

Le più lette