Home Padovano Bassa Padovana Este, è scomparso don Marcello Mammarella

Este, è scomparso don Marcello Mammarella

Este piange l’improvvisa scomparsa di don Marcello Mammarella, penitenziere della basilica di Santa Maria delle Grazie.

Il sacerdote, originario di Pescara, è stato stroncato da un infarto nella notte tra il 28 e il 29 ottobre. Aveva 72 anni. Don Marcello era molto seguito per il suo commento al Vangelo del giorno, sempre profondo e attuale, pubblicato all’alba sul suo profilo Facebook e condiviso via chat da fedeli e sacerdoti.

È stata proprio l’assenza del messaggio a far preoccupare il parroco delle Grazie don Lorenzo Mocellin, che giovedì mattina (29 ottobre) è andato subito a controllare nella casa accanto alla basilica dove il prete abitava dal 2017, anno in cui è arrivato a Este. Per don Marcello non c’era più niente da fare. «Eppure fino alla sera prima stava bene, ha celebrato la messa come faceva sempre – racconta il parroco, ancora scosso –. Era un uomo di grande umanità, dedito all’ascolto e alle confessioni».

A confermarne lo spessore di don Mammarella è il suo curriculum, in cui spiccano prima gli studi di lettere, filosofia, teologia e patristica e poi i servizi da sacerdote, soprattutto nell’ambito dell’insegnamento teologico e dell’ecumenismo, sia in Abruzzo che a Padova. Nella nostra diocesi, dove è approdato nel 2009, ha collaborato con il Centro Universitario, con l’ufficio di pastorale dell’Ecumenismo del Dialogo interreligioso e ha insegnato all’istituto di Scienze religiose di Padova. Nel 2013 è stato nominato collaboratore a Vigodarzere e dal 2017 era penitenziere a Este.

«Ogni tanto, pur essendo sacerdote “fermo” in un santuario, si concedeva viaggi, soprattutto in Medio Oriente per ritrovare il suo polmone ecumenico – racconta don Giovanni Brusegan, che lo ha conosciuto alla facoltà teleologica di Padova –. Era un uomo di pace, un esteta della fede, una persona umile. Se n’è andato in silenzio come è vissuto». Lasciando però un vuoto incolmabile nella comunità atestina, come ha osservato la sindaca Roberta Gallana annunciando sui social la notizia della sua improvvisa scomparsa: «Era un prete di una vicinanza umana e di una dolcezza infinita. Lo ricordiamo per la profondità intellettuale e religiosa».
Le esequie, presiedute dal vescovo Claudio Cipolla, verranno celebrate martedì 3 novembre alle 10 nella basilica di Santa Maria delle Grazie.

Maria Elena Pattaro

Le più lette