Home Padovano Bassa Padovana Este: piscina, si torna a nuotare dopo sei mesi di stop

Este: piscina, si torna a nuotare dopo sei mesi di stop

Ripresi i corsi e le attività alla piscina di Este, al termine dei lavori di adeguamento e in seguito all’affidamento dell’impianto al nuovo gestore per i prossimi 25 anni

La piscina comunale ha ripreso i corsi dopo sei mesi di stop, legati al lockdown prima e ai lavori di adeguamento poi. A inizio settembre il Comune di Este ha completato l’affidamento del polo natatorio di via dello Stadio alla società Nuova Sportiva Ssd, che ne manterrà la gestione per 25 anni. Attivo nel settore dal 1989 e attualmente impegnato in una decina di centri sportivi, il nuovo gestore ha garantito la continuità con il personale presente e il prosieguo delle attività agonistiche.

Voucher di recupero per i 400 iscritti

Anche per quanto riguarda le attività interrotte a causa della pandemia, la società sportiva ha assicurato il servizio, grazie a un accordo raggiunto con il precedente gestore, Team Euganeo. Quest’ultimo aveva rilasciato voucher di recupero a più di 400 iscritti per un valore complessivo di 26.228,75 euro, di cui i beneficiari possono usufruire senza problemi. La scelta di erogare dei buoni non era però stata esente da critiche da parte degli utenti che in molti casi avrebbero preferito il rimborso dei corsi saltati anziché un voucher per recuperarli visto che per i motivi più diversi qualcuno potrebbe non aver intenzione di tornare in piscina nel post lockdown. Lamentele di cui si è fatto portavoce il gruppo di opposizione Civiche d’Este, che nell’ultimo anno e mezzo ha più volte sottolineato i ritardi nella preparazione del bando di gestione.

1,6 milioni di euro per migliorare l’impianto

L’affidamento del polo natatorio prevede anche importanti interventi strutturali che permetteranno di migliorare l’accessibilità e la fruibilità dell’impianto, per un investimento complessivo di 1,6 milioni di euro. Entrambi gli impianti – interno ed esterno – verranno completamente rinnovati attraverso l’efficientamento energetico dell’involucro e delle vetrate e un adeguamento in termini di sicurezza.

“È previsto anche il rifacimento completo del blocco spogliatoi, dell’ingresso, dei locali di servizio – spiega l’assessore ai lavori pubblici Paolo Rosin –. Verranno aggiunte inoltre due nuove vasche di profondità ridotta, dedicate ai bambini e alla riabilitazione fisica e al fitness”. Da cronoprogramma, i lavori di riqualificazione inizieranno nei primi mesi del 2021 per concludersi entro l’anno. “Siamo orgogliosi del risultato – commenta l’assessore allo sport Sergio Gobbo – perché abbiamo restituito alla città uno dei suoi impianti più importanti impianti”.

Maria Elena Pattaro

Le più lette