Home Breaking News Giardino “Laudato si”: il primo realizzato nel Delta

Giardino “Laudato si”: il primo realizzato nel Delta

Un Giardino Laudato si, al centro del parco regionale del Delta del Po

Giardino Laudato Si

È il progetto inserito nel percorso di celebrazioni dell’anno speciale Laudato sì, indetto da Papa Francesco, promosso da sette Comuni del Delta (oltre a Rosolina, Ariano nel Polesine, Corbola, Loreo, Porto Viro, Porto Tolle, Taglio di Po), da Regione Veneto e Veneto Agricoltura, nonché dal Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, Santa Sede. Il Giardino Laudato si’ nasce come idea di un nuovo modello di sviluppo, grazie alla collaborazione di sette Comuni, delle forze produttive, economiche, educative e sociali del territorio.

Inaugurata la Cappella Laudato si’, realizzata dall’architetto Mario Cucinella. “Il progetto del Giardino – ha detto il cardinale Peter Turkson, prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale – è un esempio della concretezza che ci chiede costantemente il Santo Padre, e che si ritrova nella dottrina sociale della chiesa: vedere, discernere e mettere in pratica. Così è stato fatto nel Delta del Po. E mi ha molto colpito che tra gli input iniziali ci sia stata l’esortazione di un parroco, don Lino Mazzocchi, che uscita la Laudato si’, ha incoraggiato gli amministratori dell’area a verificare se, insieme, potessero fare qualcosa di utile per la cura della loro casa comune.

Ovvero, per questa bellissima zona, dove si realizza un connubio unico tra terra e acqua, e dove intervengono famiglie, comunità e attività produttive. Dalle difficoltà, come qui ci sono state, si esce connettendo tutti gli aspetti; lo stesso dalle crisi come quella che stiamo vivendo: poiché tutto è collegato, è necessario lavorare insieme come un unico corpo”. Il Delta del Po è un luogo abitato e coltivato, una terra che il fiume ha costruito e l’essere umano ha modellato e trasformato. Uno scrigno di biodiversità. “A maggior ragione – ha dichiarato in rappresentanza di tutti i sindaci del Delta del Po veneto, Franco Vitale, Sindaco di Rosolina – siamo grati al Santo Padre e al progetto Giardino Laudato si’, perché così viene altamente riconosciuto quello che da sempre per noi tutti è un patrimonio da rispettare, valorizzare e perpetrare”. La cappella Laudato si, si troverà all’interno del giardino botanico di Porto Caleri, voluto dalla Regione Veneto e gestito da Veneto Agricoltura assieme al Parco del Delta del Po. Si connota come sintesi dei valori naturalistici di questa area umida unica.

“Così – ha aggiunto Alberto Negro, Commissario straordinario agenzia regionale Veneto Agricoltura – se prima era testimone di acqua e terra, da ora, grazie alla benedizione del Santo Padre, questo territorio sarà segno di acqua, terra e cielo”. Marco Scarazzatti

Le più lette