Home Padovano La Lega mette la fascia tricolore al suo sindaco di Sant'Angelo di...

La Lega mette la fascia tricolore al suo sindaco di Sant’Angelo di Piove

L’imprenditore Guido Carlin vince con il 43 per cento dei voti, battendo il primo cittadino uscente Mariano Salmaso, a capo della lista di maggioranza “Uniti per Sant’Angelo” che si ferma al 37,4% e Paolino Bedon alla guida della civica “Con voi per cambiare” che raccoglie il 19,5% dei voti

Sant’Angelo d Piove

La Lega riesce in una impresa storica: dopo quindici anni è riuscita a strappare il governo del paese al centrosinistra. È Guido Carlin, 61 anni, imprenditore, Cavaliere del Lavoro, militante del Carroccio, il nuovo sindaco di Sant’Angelo di Piove di Sacco. La sua lista civica “Per Sant’Angelo- Celeseo-Vigorovea”, dove un ruolo fondamentale lo hanno giocato le forze politiche di Lega (partito trainante), Fratelli d’Italia e Forza Italia, vince con il 43% dei voti (1.841 preferenze).

Porta a casa 5 seggi su 6 battendo per 241 voti il sindaco uscente Mariano Salmaso, a capo della lista di maggioranza “Uniti per Sant’Angelo” che si ferma al 37,4% (1.600 preferenze in tutto) e Paolino Bedon alla guida della civica “Con voi per cambiare” che raccoglie il 19,5% dei voti, 836 schede, di queste 255 nel suo seggio di Vigorovea. L’esito della sfida non era scontato considerato che solo nella tornata elettorale precedente (le elezioni del 2015) la Lega era riuscita a portare al tavolo del consiglio comunale due esponenti di partito e adesso mette per la prima volta la fascia tricolore a un suo candidato sindaco. Canta vittoria tutto il centrodestra che qui, come alle elezioni regionali di Campania, Liguria, Marche, Puglia, Toscana, Valle D’Aosta e Veneto, si è presentato unito.

La vera novità sta nel fatto che a vincere è un candidato in quota Lega, alla sua prima esperienza politica, che è riuscito lì dove altri tre candidati prima di lui avevano fallito. “Ringrazio tutti i miei concittadini per la fiducia che mi hanno voluto dare – ha dichiarato Carlin fresco di elezione, – nei prossimi cinque anni vedremo di fare rialzare Sant’Angelo, come abbiamo promesso in campagna elettorale”. “Inizieremo a lavorare fin da subito – ha annunciato, – abbiamo un intero mandato davanti per costruire qualcosa di positivo, lasciando le porte aperte anche al contributo delle opposizioni perché ritengo sia importante e costruttivo mantenere un rapporto con entrambe”. Non c’è rammarico, semmai una comprensibile nota di delusione nelle parole del sindaco uscente Salmaso: “Mi auguro che sia questa amministrazione a governare il paese e non qualcun altro” ha dichiarato Salmaso portando l’indice verso l’alto verso “piani superiori”. “Lasciamo un bilancio in ordine con finanziamenti già all’attivo e pretendiamo che questi soldi vegano spesi al meglio per i santangiolesi” ha quindi aggiunto.

“Prendiamo atto del risultato uscito dalle urne – ha commentato Paolino Bedon (Con voi per cambiare) – ma siamo comunque soddisfatti del risultato raggiunto al seggio di Vigorovea dove ci siamo imposti sugli altri due avversari. Obiettivamente la nostra era una sfida contro due Golia. E in questo caso Davide ha perso”. Sono 7.298 i cittadini santangiolesi; 5.973 gli aventi diritto al voto, 4.473 i votanti (74,9%). 4.277 i voti validi; 60 le schede nulle, 136 quelle bianche. Otto i seggi alla maggioranza più il sindaco. Tre alla lista Uniti per Sant’Angelo; uno a Con voi per cambiare. Martina Maniero

Le più lette