Home Padovano Padova Est La Sagra del Folpo diventa Festival a Noventa

La Sagra del Folpo diventa Festival a Noventa

Pronte le iniziative “alternative” alla tradizionale Sagra del Folpo nell’anno del Covid: competizione culinaria tra ristoratori e percorsi enogastronomici alla scoperta dei prodotti tipici del territorio

Sagra del Folpo
Sagra del Folpo

Sagra del Folpo, quest’anno non si farà causa Covid ma Comune, ristoratori del territorio, Confraternita del Folpo, Proloco, insieme al Comitato sagra non vogliono perdere la tradizione. Così hanno fatto tutti squadra e hanno elaborato a tavolino il “Festival del Folpo”, una versione “soft” della sagra, nel pieno rispetto delle norme anti contagio, in attesa di tempi migliori. Dunque per evitare assembramenti non ci saranno giostre, bettole e bettolini, banchi ambulanti ed espositori, ma tre proposte alternative che avranno come protagonista il folpo, in totale sicurezza. Non si poteva fare diversamente, dato che la Fiera negli anni scorsi ha fatto registrare picchi di presenze fino a 100mila persone nella sola giornata di domenica.

L’evento

Dal 3 al 25 ottobre andrà dunque in scena “il Folpo d’oro”, una sfida tra ristoranti, pub, pizzerie e bistrò con piatti a base di folpo. La competizione culinaria porterà alla scoperta delle ricette più innovative e creative. Due le categorie in gara che saranno valutate da una giuria di esperti: ristoranti dal lato; pub, pizzerie e bistrò dall’altro. Nel locale del vincitore la Confraternita del Folpo organizzerà nel 2021 un evento enogastronomico.

Il programma

Anche i clienti potranno esprimere la loro preferenza con la giuria popolare, il piatto che riceverà più voti vincerà “Folpo d’Argento” mentre il cliente che avrà dato più voti si guadagnerà una cena in regalo. Secondo step: “Come se piovessero folpi”. Nel fine settimana della fiera, in collaborazione con diversi stand gastronomici, sarà organizzata una vendita su prenotazione per asporto di folpi, masenette e bovoeti. E infine la terza proposta: “A spasso con il folpo” domenica 25 ottobre, percorsi culturali ed enogastronomici in gruppi di 30, massimo 40 persone, con ritrovi, partenze e arrivi differenziati. Le comitive si muoveranno lungo diversi itinerari alla scoperta del paese ma sempre all’insegna del folpo. Ci saranno anche passeggiate ad hoc per i più piccoli con artisti di strada, letture animate, biscotti a forma di folpo e burger di folpo. Infine un tocco d’arte in villa Valmarana e villa Giovanelli, previsto rinfresco a base di folpo e degustazioni, mentre nel parco ex Fornace, concerti, lettura delle opere di Matteo Righetto e incontro con l’autore più bigoli al folpo.

Elena Callegaro

Le più lette