Home Veneziano Miranese Sud Mirano, una nuova rotatoria in via Cavin di Sala

Mirano, una nuova rotatoria in via Cavin di Sala

La spesa complessiva per la rotatoria è di 404.572 euro di cui 250mila euro coperti da un contributo regionale

Nuova rotatoria a Mirano
Nuova rotatoria a Mirano

Iniziati i lavori della nuova rotatoria tra via Cavin di Sala e via Matteotti, cambia la viabilità davanti al capolinea Actv, ma sarà un autunno di passione per chi transita in zona. Va in pensione il vecchio semaforo e, con esso, anche il famigerato Vistared che pizzicava i furbetti del rosso: al suo posto il nuovo rondò dovrebbe eliminare le code nelle ore di punta, favorire lo scambio tra le due strade e aumentare la sicurezza degli attraversamenti pedonali e ciclabili.

I disagi

C’è chi protesta per la concomitanza dei lavori con il periodo caldo dell’anno: il cantiere, aperto all’indomani delle scuole, chiuderà, se tutto andrà bene, solo prima di Natale, abbracciando l’autunno in una zona di viabilità delicata, a servizio della cittadella scolastica, degli impianti sportivi e dei vicini centri commerciali lungo la provinciale 32. Per il Comune, tuttavia, il progetto è stato condizionato dall’emergenza sanitaria, che ha ritardato lo svolgimento degli adempimenti burocratici e quindi posticipato l’avvio del cantiere, in origine previsto in estate.

“Gli elenchi delle ditte sorteggiate – fanno sapere dal municipio – sono stati trasmessi alla stazione unica appaltante lo scorso gennaio, poi il Covid ha fermato tutto”.

I disagi saranno dunque inevitabili, anche se non è prevista un’interruzione totale della viabilità e fino alla realizzazione del rondò centrale il cantiere si concentrerà sui lavori fuori sede stradale, con il tombamento del fosso, le realizzazione delle aiuole stradali e la nuova corsia preferenziale per i bus in uscita dalla stazione.

La spesa

La spesa complessiva, che copre anche l’adeguamento del sistema di smaltimento delle acque meteoriche, dell’impianto di illuminazione, la segnaletica e le sistemazioni a verde, è di 404.572 euro di cui 250mila euro coperti da contributo regionale. Dopo una prima fase che ha riguardato solamente la strada parallela a via Cavin di Sala, dove hanno sede le concessionarie di auto, la seconda fase, che si concluderà ad ottobre, vedrà i lavori interessere la viabilità di via Cavin di Sala e delle sue parallele a nord, in prossimità dell’innesto di via Matteotti, con restringimenti e deviazioni di corsia.

L’area di cantiere si sviluppa su via Cavin di Sala per circa 250 metri prima e dopo dell’incrocio, e su via Matteotti fino all’incrocio con via Saragat. Seguiranno poi altre fasi dei lavori fino alla conclusione prevista, meteo e Covid permettendo, per metà dicembre.

Filippo De Gaspari

Le più lette