Home Breaking News Montanariello: “Pretenderemo attenzione per il nostro territorio”

Montanariello: “Pretenderemo attenzione per il nostro territorio”

Il consigliere regionale Montanariello eletto nelle fila del Pd si appresta a portare in Regione le istanze di un vasto territorio. “Cercherò di costruire un particolare asse tra la parte sud della provincia, il Rodigino, la Riviera e il Miranese”

Jonatan Montanariello
Jonatan Montanariello

Forte del consenso ottenuto per le votazioni per il nuovo Consiglio Regionale del Veneto, che lo hanno visto eletto consigliere tra le fila del PD, Jonatan Montanariello si racconta a “La Piazza”.

Un commento sulla sua elezione.

“Per me l’elezione rappresenta il prosieguo di un percorso iniziato 10 anni fa da consigliere comunale, che ci ha visti in questo frangente fare un’importante esperienza sul territorio. Sarà fondamentale continuare a rappresentarlo al meglio. C’è soddisfazione per la risposta avuta dagli elettori, in quanto tra i candidati del PD sono quello che a casa propria ha raccolto il maggior numero di preferenze”.

Come è stata questa campagna elettorale?

“E’ stata una campagna elettorale molto singolare, che si è svolta sotto gli ombrelloni nel vero senso della parola; difficile; avvenuta in pochi giorni e con i cittadini demotivati a causa delle problematiche legate alla pandemia. Allo stesso tempo è stata una campagna marcata nei suoi caratteri; in quanto ha fatto trasparire chi aveva una base di consenso acquisita nei territori grazie al lavoro precedente”. Anche se all’opposizione in Regione, la speranza di molti è che si riesca a creare una “sinergia” che porti all’attenzione le criticità di aree da molti anni “dimenticate”, quelle più a Sud della Provincia.

Questo aspetto farà parte del suo impegno?

“Credo poco che questa attenzione nel territorio possa avvenire in maniera spontanea da chi non l’ha avuta negli ultimi 15 anni; ma credo che sarà importante imporla in maniera energica, pretendendo un dialogo forte e deciso sulle necessità del nostro territorio, usando anche l’importante sponda del governo nazionale dove siamo presenti in maggioranza e dove abbiamo una piena disponibilità al dialogo. Ricordo che un sottosegretario di Stato ha partecipato alla chiusura della mia campagna elettorale”.

Da Venezia fino ai confini con l’Emilia Romagna sei l’unico consigliere del PD, una bella responsabilità…

“Mi approccerò con la massima attenzione nei confronti di tutti, garantendo la mia presenza costante e cercando di costruire un particolare asse tra la pare sud della provincia, il rodigino, la Riviera e il Miranese. E’ fondamentale per tutti questi territori iniziare già da subito un ragionamento di area vasta per evitare quell’isolamento di rappresentanza che oggi c’è a livello regionale. Quindi la Riviera ed il Miranese li considero a pieno titolo “casa mia”; dove ho già dato la disponibilità ai dirigenti del PD di utilizzare la mia figura come meglio credono”.

Le chiedo un pensiero per i prossimi “compagni di viaggio” in Consiglio regionale, in particolare Dolfin.

“Con Dolfin abbiamo 10 anni di percorso locale assieme, che ci ha visto spesso lavorare assieme. Soprattutto negli ultimi 5 anni si sono “messi da parte” i colori politici e mi auguro che questo avvenga anche in Consiglio regionale; visto che Marco è anche un amico e collega di lavoro”.

Luca Rapacciuolo

Le più lette