Home Padovano Padova Nord Nuovo no al blocco delle auto a Cadoneghe, Limena, Selvazzano e Maserà

Nuovo no al blocco delle auto a Cadoneghe, Limena, Selvazzano e Maserà

No al blocco del traffico. Il rifiuto arriva dai Comuni di Cadoneghe, Limena, Selvazzano e Maserà contrari ai blocchi come misura di contrasto all’inquinamento alla riunione del Tavolo tecnico zonale dell’agglomerato di Padova, convocata dalla Provincia

Blocco auto

“Come già lo scorso anno – spiega il sindaco di Cadoneghe Marco Schiesaro, presente alla riunione con l’assessore all’ambiente Elisa Bettin – non applicheremo nel nostro comune alcun blocco delle auto: è un provvedimento inutile ai fini della riduzione dell’inquinamento, che colpisce esclusivamente le persone più povere e anziane. Quanto avvenuto in questo 2020 non ha fatto che confermare la verità di quanto affermavamo lo scorso ottobre: durante il lockdown, il più grande blocco delle auto mai attuato in tutta la storia, nessun beneficio è stato registrato per i livelli di pm10: i dati Arpav del primo trimestre 2020 sono i peggiori da 6 anni”.

A Cadoneghe, nei giorni di allerta arancione, resterebbero fermi, prosegue il sindaco, solo il 6,7% dei veicoli immatricolati nel Comune (736 su 10.914). “Noi non faremo pagare a 700 persone su 11mila il conto dell’inquinamento, senza peraltro ridurre il fenomeno se non in modo infinitesimale. Sono, poi, coloro che non hanno i soldi per cambiare auto, quindi una fascia fragile: spesso sono anche persone anziane, con problemi di mobilità, che abitano in zone isolate non servite dai mezzi pubblici. Quella dei blocchi del traffico è una gigantesca ipocrisia. Serve un nuovo e vero ambientalismo non fatto di slogan ma di provvedimenti concreti, come quelli che stiamo attuando a Cadoneghe, con la creazione di nuovi boschi urbani e veri incentivi alla mobilità elettrica”. (n.m.)

Le più lette