Home Rodigino Delta Porto Tolle: “Congelamento deleghe infondato”

Porto Tolle: “Congelamento deleghe infondato”

Il sindaco Pizzoli chiarisce le ragioni del Comune. E Gibin si scusa per i toni

Consiglio comunale di Porto Tolle
Consiglio comunale di Porto Tolle

“Chiedo scusa a tutti i consiglieri che compongono il consiglio comunale e ai cittadini per il mio comportamento nell’ultimo consiglio comunale. Mi sono reso conto di essere andato fuori dalle mie prerogative istituzionali e ho usato toni fuori luogo”. Sono le parole pronunciate dal presidente del consiglio Lorenzo Gibin, a pochi giorni dalla seduta pubblica nel corso della quale il sindaco Roberto Pizzoli ha motivato il no della maggioranza, alla richiesta di alcuni consiglieri di minoranza di congelare le deleghe dell’assessore Raffaele Crepaldi, apparso in un’inchiesta della guardia di finanza.

“Devo dire – aggiunge Gibin – che nello streaming si sente solo una parte di quanto è accaduto ed è stato detto, perché è stata interrotta la diretta. Quello che è stato scritto sui social a mio avviso è stato esagerato”.

“La richiesta delle dimissioni dell’assessore Crepaldi non ha fondamento giuridico e per questo come maggioranza l’abbiamo respinta. L’indagine in corso della guardia di finanza non riguarda fatti legati al Comune e non pregiudicano atti amministrativi del Comune” ha evidenziato il sindaco Roberto Pizzoli nel suo intervento. “Sui toni usati – prosegue il sindaco – va detto che non ci sono state offese o mancanze di rispetto tra i consiglieri. Chiaro che in un dibattito importante, come quello avvenuto in consiglio Comunale, mi aspettavo delle risposte argomentate da parte della minoranza”.

“In questi giorni sta passando un messaggio fuorviante per la cittadinanza e per la realtà di Porto Tolle che ad oggi, lo dico nel massimo rispetto di tutti, è basata su un’indagine che non ha riportato fatti che non tutelino il territorio. Non abbiamo nulla da nascondere. Un giorno che mancasse il presupposto di tutela legale per i nostri cittadini sarò il primo ad andare a casa. Il posto dell’assessore Crepaldi è blindato, perché sta lavorando in maniera esemplare. Non c’è nient’altro da dire” conclude il sindaco Pizzoli.

Guendalina Ferro

Le più lette