Home Rodigino Delta Porto Tolle: un cippo per Siviero

Porto Tolle: un cippo per Siviero

Inaugurato alla presenza del prefetto Maddalena De Luca, i rappresentanti dell’Ancr, delle Associazioni combattentistiche, dell’Esercito Italiano, delle forze dell’ordine e delle autorità civili, il cippo dedicato a Cicolani, Giovanni Achille Siviero

Porto Tolle

“Per non dimenticare coraggio, generosità e abnegazione”questa la frase sul cippo collocato nello spazio verde di fronte alle scuole di Scardovari, in aggiunta alla frase di Lt Richard e H. Sciaroni.

“Si tratta di rendere onore alle gesta compiute dal portotollese Cicolani un esempio ed eroico contributo alla resistenza, rientrando a pieno diritto nel novero di quei cittadini italiani che, armati di grande spirito di abnegazione, misero a disposizione il poco che possedevano per supportare l’azione di contrasto e sconfitta del regime nazifascista”.

Un momento significativo per la comunità di Porto Tolle, impregnato dalla storia di molte famiglie legate tra loro dallo stesso cognome e dalle gesta eroiche tramandate verbalmente del pescatore di Scardovari, che in un giorno di ottobre del 1944, legò la sua vita a quella di alcuni giovani aviatori americani, portando in salvo l’equipaggio del bombardiere B-24, sistemando i militari sulla sua imbarcazione, remando per oltre 14 ore, in mare aperto, per traghettarli al sicuro, verso le Forze Alleate.

Uno sforzo che gli costò diversi giorni di ospedale presso l’Ottava Armata e che sancì l’inizio di una stretta collaborazione del Cicolani con il Comando. Le cerimonia impreziosita dalla benedizione del parroco Don Ermanno Caccia ha registrato la partecipazione di un numero nutrito di cittadini e la presenza dei famigliari di Cicolani, Remo, Giovanni e Casilde e i suoi nipoti. Momento commovente la recitazione di una poesia raccontata da uno dei famigliari di Cicolani, oggetto dell’impresa eroica dell’eroe di Scardovari. (gu.fe.)

Le più lette