Home Trevigiano Quinto di Treviso: Canova, si riapre la fase delle valutazioni

Quinto di Treviso: Canova, si riapre la fase delle valutazioni

Si torna da capo. Salta ancora una volta il via libera definitivo al piano di sviluppo dell’aeroporto Canova, targato Save/AerTre, che punta ad arrivare a 22.500 voli all’anno

Aeroporto Canova

Dopo l’okay della commissione tecnica all’interno della procedura Via, non si attendeva che la firma del ministero dell’Ambiente, Sergio Costa. Invece il faldone riguardante lo scalo trevigiano è stato rinviato per la seconda volta allo studio della stessa commissione tecnica. Così si riapre la fase delle valutazioni. L’effetto di un’eventuale approvazione definitiva del piano di sviluppo non sarebbe istantaneo.

Il Canova è completamente chiuso dallo scorso marzo a causa dell’emergenza coronavirus. E a quanto pare, al netto di sorprese che al momento paiono poco probabili, potrebbe riaprire i battenti solamente nel marzo del 2021. Save/AerTre, la società che gestisce lo scalo, ha sempre assicurato di voler continuare a puntare su Treviso.

Per questo continua a considerare il piano di sviluppo come un passo fondamentale. Nel capoluogo sono sulla stessa linea. “L’ennesimo rinvio rappresenta un danno per tutto il nostro territorio, già provato dalle conseguenze del lockdown – ha messo in chiaro il sindaco di Treviso, Mario Conte – ma non permetteremo al governo di giocare con il nostro futuro e con i veneti”. Così si annuncia una nuova battaglia.

Mauro Favaro

Le più lette