Home Veneziano Miranese Nord Salzano: ambiente con il Paesc, emissioni tagliate del 40%

Salzano: ambiente con il Paesc, emissioni tagliate del 40%

Il Comune aderisce anche al progetto veneto Adapt e punta a ridurre le emissioni luminose inquinanti con interventi ad hoc

Il Comune di Salzano ha portato avanti la proposta, votata all’unanimità nell’ultimo consiglio comunale, di aderire al nuovo Patto dei Sindaci Paesc e al progetto veneto Adapt. “Questi piani di azione – ha voluto chiarire il sindaco Luciano Betteto – sono lo strumento operativo per l’implementazione di politiche energetiche decentrate sul territorio, dove le realtà comunali rappresentano le cellule istituzionali più piccole che possano assumere delle responsabilità e fissare degli obiettivi”.

Nel corso del 2020, come noto, si concluderà il percorso del Paes (piano d’azione per l’energia sostenibile), cui Salzano aveva aderito nel 2012, il cui obiettivo è stato quello di promuovere ogni utile iniziativa atta a favorire la riduzione delle emissioni di anidride carbonica del 20% rispetto ai valori del 2005. Proprio per questa esigenza, l’amministrazione comunale salzanese, tra le varie decisioni intraprese, ha recentemente proceduto all’acquisto di una autovettura Gpl, sottoscritto un accordo per la mobilità sostenibile con Enel X Mobility, approvati il piano dell’illuminazione per il contenimento dell’inquinamento luminoso (Picil) ed una proposta di partenariato pubblico privato (Ppp) riguardante i servizi di energia termica ed elettrica di edifici ed illuminazione pubblica con proposta di efficientamento degli edifici e degli impianti ed infine i lavori di adeguamento dell’ecocentro comunale.

Il Paesc (piano d’azione per l’energia sostenibile e il clima) ha degli obiettivi ancora più ambiziosi, perché prevede un approccio integrato tra mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, infatti oltre alla riduzione delle emissioni climalteranti di almeno il 40% entro il 2030, richiede l’identificazione di soluzioni per aumentare la resilienza del territorio ai cambiamenti climatici. All’adattamento guarda inoltre il Progetto Veneto Adapt , realizzato con il contributo dello strumento finanziario Life dell’Unione Europea, che con la partecipazione dei Comuni di Padova e Treviso, la Città metropolitana di Venezia, l’Unione dei Comuni del Medio Brenta e l’Università di Venezia, mira alla formulazione di linee guida per sviluppare la capacità di risposta regionale all’impatto dei cambiamenti climatici, con un’attenzione specifica al rischio idrogeologico.

Tutte misure che devono favorire il miglioramento del clima e dell’aria che si respira e che devono trovare applicazione in modo efficace e continuo “Con queste nuove adesioni, – ha voluto precisare ed evidenziare anche il consigliere delegato all’Ambiente Alessio Vian – il Comune di Salzano dimostra la sua attenzione per le tematiche ambientali e per il benessere del nostro territorio, poiché una pianificazione energetica e ambientale, permette lo sviluppo sostenibile della società sia per le generazioni attuali che per quelle future”.

Lino Perini

Le più lette