Home Padovano Padova Est “Sul territorio di Vigonza non ci sono baby gang”

“Sul territorio di Vigonza non ci sono baby gang”

“Non sono baby gang. È ora di dire seriamente come stanno le cose”.

Baby gang

Sono queste le parole dell’assessore alla sicurezza del comune di Vigonza, Rosario Agricola, che non ci sta ad essere continuamente accusato di lassismo da parte dei partiti di opposizione.

“Non siamo mai stati con le mani in mano – ha affermato l’assessore Agricola – infatti, abbiamo già ricevuto la delegazione dei condomini di Busa di Vigonza, abbiamo parlato coi parroci e con le famiglie di questi ragazzi. Dobbiamo noi tutti anche capire che sono semplicemente dei ragazzi. Non si rendono conto di quanto urlano o di quando fastidio danno ai cittadini residenti. Ovviamente dopo mesi di lockdown dovuti al Covid si può capire benissimo tutta l’energia accumulata da questi ragazzi che in qualche modo deve essere scaricata, ma sempre nel rispetto della legge”.

Collaborazione con la polizia locale per porre fine al problema

Continua Agricola: “capiamo benissimo l’esasperazione dei residenti circa gli schiamazzi continui e ripetuti nel tempo, e per venire incontro ho chiesto personalmente di fare uno sforzo per comprendere questi ragazzi. Allo stesso tempo, comunque sia, mi sono coordinato con la polizia locale affinché si possano identificare i più facinorosi. Non abbiamo servizi notturni attualmente costanti di polizia, ma il tutto è su base volontaria, quindi non possiamo avere in ogni quartiere una presenza fissa. Abbiamo una macchina che deve girare 33 chilometri quadrati di territorio, quindi è impossibile essere presenti sempre ed in ogni luogo. Le telecamere fanno parte del piano di sicurezza che la nostra amministrazione ha attivato e proprio a luglio, abbiamo stanziato 150 mila euro per completare la chiusura dei varchi attivi nella città di Vigonza”.

I varchi attualmente attivi sono 3: sulla strada Noalese (da Mellaredo a Vigonza), in via Trevisan (da Cadoneghe a Vigonza), in entrata da Padova (precisamente a Ponte di Brenta) a Vigonza. Una volta ultimati i nuovi 8 varchi, in totale ci saranno attivi ben 11 varchi che chiuderanno il perimetro della città di Vigonza. “Questi problemi sono figli di una situazione pregressa – conclude l’assessore- che noi ci siamo trovati ad affrontare, partendo da zero. Alcuni consiglieri, che si trovano oggi all’opposizione, si lamentano ma quando hanno avuto la possibilità di fare dei cambiamenti e realizzare davvero delle cose, hanno fatto poco o nulla. Uno dei modi per risolvere questa situazione, sarebbe indubbiamente che le famiglie riprendessero i comportamenti dei propri figli. L’educazione dovrebbe venire prima di tutto, anche prima delle tanto decantate telecamere”. Manuel Matetich

Le più lette