Home Trevigiano Zero Branco: pediatra, riconfermato l’incarico alla sostituta

Zero Branco: pediatra, riconfermato l’incarico alla sostituta

La pediatra Strojna resta a Zero Branco per garantire il servizio alle famiglie

La dottoressa Strojna resta a Zero Branco
La dottoressa Strojna resta a Zero Branco

Non ha i requisiti per essere inserita nella graduatoria regionale. Ma al momento non sono stati individuati altri pediatri. Senza di lei Zero Branco si ritroverebbe senza nemmeno un medico per i bambini.

E così l’Usl della Marca ha deciso di confermare l’incarico provvisorio assegnato all’inizio di agosto ad Aleksandra Strojna, 41 anni, originaria della Polonia, iscritta all’Ordine dei medici di Padova, città dove si è laureata e specializzata. La dottoressa è specializzata in Chirurgia pediatrica. La disciplina non è equipollente alle specializzazione in Pediatria. Per questo non è tecnicamente in possesso dei requisiti per l’inserimento nella graduatoria regionale. Ad oggi, però, Strojna segue già 690 piccoli pazienti. E l’azienda sanitaria provinciale non ha alcuna intenzione di lasciare sguarnita Zero Branco.

Usl: “Resterà fino all’arrivo di un titolare”

“L’interpello dei pediatri inseriti nella graduatoria aziendale non ha dato esito positivo e il direttore del distretto socio-sanitario ritiene indispensabile garantire l’assistenza ai 690 assistiti del comune di Zero Branco – mettono in chiaro dall’Usl – per questo si ritiene necessario confermare l’incarico provvisorio alla dottoressa Aleksandra Strojna, fino al reclutamento di un pediatra tratto dalla graduatoria aziendale di disponibilità, fatto salvo l’eventuale inserimento del prossimo titolare della zona carente straordinaria già oggetto di pubblicazione”.

Cosa significa? Che la dottoressa Strojna continuerà a lavorare a Zero Branco, al posto della pediatra Paola Ruzza, trasferitasi a Casier un paio di mesi fa, sulla base di un incarico provvisorio fino a quando non si farà avanti un altro pediatra regolarmente inserito in graduatoria o fino a quando l’ambulatorio non verrà assegnato a un pediatra titolare.

Mauro Favaro

Le più lette