Home Padovano Abano Terme, un'app per evitare i luoghi affollati

Abano Terme, un’app per evitare i luoghi affollati

NoBis è l’app realizzata dal Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Padova ed è un servizio che mira a ridurre le occasioni di assembramento

App NoBis
App NoBis

Nell’ambito dello stretto rapporto di collaborazione tra la Città di Abano Terme e l’Università degli Studi di Padova, come indicato dal Protocollo d’intesa siglato nel 2018 tra le parti, merita di essere menzionata la recente delibera n. 148/2020 della Giunta Comunale concernente l’approvazione del servizio “NoBis – Nuovo Servizio Agile ed Economico di Prevenzione contro il Covid-19” realizzato dal Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione, che ha come obiettivo quello di stimolare il cittadino ad evitare gli spostamenti verso le zone che risultano eccessivamente affollate, al fine di ridurre le opportunità di assembramento e, quindi, di contagio.

L’applicazione: come funziona

“NoBis” è un’applicazione di contact tracing “preventivo”, che permetterà alla cittadinanza di monitorare in tempo reale lo stato di affollamento di luoghi pubblici e privati, compresi gli uffici comunali, regionali, amministrativi, gli esercizi commerciali, i mezzi di trasporto pubblico, le università, gli ospedali, gli ambulatori, i luoghi di preghiera e di aggregazione sociale, e di adattare la propria mobilità conseguentemente.

Il servizio è basato sulla tecnologia del codice QR. L’utente sarà, dunque, invitato ad inquadrare con il proprio smartphone i codici QR posti in prossimità dell’ingresso ed uscita dei luoghi maggiormente frequentati al fine di registrare rispettivamente operazioni di check-in e check-out a tali luoghi. Un sito web mostrerà quindi una mappa con le aree indicate ed assegnerà loro un colore (od altro codice identificativo) in base al “livello di affollamento”.

Si prevede che l’utente sia ragionevolmente scoraggiato dal recarsi in luoghi contrassegnati da un alto grado di affollamento, prediligendo al contrario zone meno frequentate. A presentare l’avvio di questo importante servizio è il sindaco di Abano Federico Barbierato: “Questo nuovo servizio, sviluppato dal Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Padova, è accolto con grande soddisfazione da parte dell’Amministrazione Comunale, in considerazione dell’importanza da essa attribuita alla salvaguardia della salute dei cittadini aponensi. Soprattutto alla luce delle nuove disposizioni del DPCM del 24/10/2020, incrementare il monitoraggio e contingentare gli accessi in sicurezza negli edifici Comunali è di estrema importanza, e riuscire a dare un’informazione in tempo reale sull’afflusso negli uffici permetterà al cittadino di interagire in piena sicurezza e nel rispetto delle norme per la salvaguardia della salute”.