Home Padovano Conselvano Agna, stretta sugli accessi in municipio: solo su appuntamento

Agna, stretta sugli accessi in municipio: solo su appuntamento

Ordinanza del sindaco Gianluca Piva per contenere la diffusione del virus, “misure di sicurezza necessarie per ridurre al minimo il rischio”

Il sindaco Gianluca Piva con la nuova ordinanza
Il sindaco Gianluca Piva con la nuova ordinanza

In seguito all’acuirsi dell’emergenza sanitaria il sindaco ha deciso di emanare delle misure molto restrittive per l’accesso agli uffici pubblici comunali. Fino al 31 gennaio 2021 tutti gli uffici comunali saranno aperti al pubblico solo per appuntamento diretto con l’ufficio presso il quale i cittadini devono svolgere la pratica, indicando le ragioni della richiesta e dell’eventuale urgenza. E’ sempre necessario contattare il numero 049.5381148 e farsi passare l’interno desiderato (ufficio anagrafe, stato civile, elettorale, leva, protocollo, tecnico, segreteria, servizi scolastici, ragioneria, economato, polizia locale, messi, servizi culturali e biblioteca, servizi sociali).

La biblioteca è chiusa e funzionerà solo per appuntamento, ma è comunque possibile richiedere i testi desiderati e concordare il ritiro. Per urgenze/emergenze, è a disposizione il numero 3488827378, risponderà il sindaco Gianluca Piva.

“Si ricorda che l’ingresso dei cittadini e degli utenti a vario titolo,- spiega il sindaco – sarà consentito esclusivamente previa identificazione, verifica dell’appuntamento da parte dell’ufficio interessato e igienizzazione delle mani (o guanti) nonché l’utilizzo di mascherina; all’ingresso verrà spiegato al cittadino di fare attenzione alle distanze previste dalle prescrizioni anti-diffusione Covid-19 e verranno fatti visionare i cartelli informativi posti all’entrata; potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura superiore a 37; laddove possibile, il contatto con gli utenti dovrà essere promosso con collegamento a distanza e soluzioni innovative tecnologiche; dovrà essere favorito l’accesso agli utenti in modo tale da consentire un numero limitato in base alla capienza dei locali; per le riunioni (tra utenti interni e/o con esterni) vengono prioritariamente favorite le modalità a distanza, in alternativa, dovrà essere garantito il rispetto del mantenimento della distanza interpersonale di almeno 1 metro e, comunque sempre con l’uso della mascherina e di guanti e/o gel igienizzanti; tutti gli operatori comunali e amministratori dovranno obbligatoriamente procedere ad una frequente igiene delle mani con soluzioni idroalcoliche (prima e dopo ogni incontro reso all’utente/cittadino). Si fa presente inoltre che sono stati riorganizzati gli spazi interni, per quanto possibile in ragione delle condizioni logistiche e strutturali”.

Cristina Lazzarin

Le più lette