Home Senza categoria Al via i lavori alla pubblica illuminazione a Camposampiero

Al via i lavori alla pubblica illuminazione a Camposampiero

L’assessore Gonzo: “In via San Marco previsto il cambio dei lampioni. Il prossimo passo sarà lo studio del piano illuminotecnico comunale”

Lavori di pubblica illuminazione

Terzo finanziamento per le manutenzioni elettriche. Il governo stanzia altri 90 mila euro di contributi a favore dell’efficientamento energetico e ammodernamento della pubblica illuminazione della rete già esistente nel territorio del Comune di Camposampiero. In precedenza erano stati stanziati 100mila euro utilizzati per interventi in via Europa, via Scardeone e in via Cosma, vicino all’ospedale civile.

Il secondo stralcio di 90 mila euro aveva riguardato l’impianto di via Mogno. Sia per il primo che per il secondo stralcio le opere avevano riguardato il rifacimento dei quadri elettrici e dei cavidotti. Quindi, erano stati sostituiti i lampioni e i corpi illuminanti ora funzionanti a led. I 90 mila euro in arrivo dal governo saranno impegnati per il risanamento delle laterali di via Mogno. Sarà, quindi, rinnovata la linea, tra le più vecchie, di via Mazzini. L’avvio del cantiere nei giorni scorsi.

Illuminazione pubblica, le parole del Comune di Camposampiero

“In pochi anni questa amministrazione ha investito una cifra vicina ai 600mila euro tra fondi propri e finanziamenti statali verso l’efficientamento energetico dell’illuminazione pubblica – spiega con l’assessore alle Manutenzioni, Carlo Gonzo – Certamente non ci fermiamo qui: un altro importante passo in avanti sarà lo studio e la realizzazione del Picil, il piano illuminotecnico comunale, che darà delle indicazioni chiare sulle modalità di progettare nuove vie dove installare nuovi punti luce”. Con il contributo statale saranno, poi, effettuati lavori anche in via San Marco.

Dalla rotonda che intercetta le vie Ponzian, Pasubio e Martiri delle Foibe,le opere di ammodernamento riguarderanno, pertanto, una delle vie più lunghe e trafficate di Camposampiero, com’è appunto via San Marco, che arriva fino al confine con il territorio limitrofo di Santa Giustina in Colle. Lungo questa arteria, che conta molti punti luce ed un assorbimento elettrico molto oneroso rispetto alla scarsa qualità di luminosità, è previsto il cambio dei corpi illuminanti per ottenere una riduzione dei consumi e una maggiore visibilità notturna anche della pista ciclabile. Nicoletta Masetto