Home Padovano Camposampierese Est Borgoricco: successo per il festival dei corti

Borgoricco: successo per il festival dei corti

Soddisfatta l’assessore Franchin: “È un festival che parla del mondo e, allo stesso tempo, è espressione del nostro territorio”

Festival Metricamente Corto
Festival Metricamente Corto

Grande successo per la nona edizione di “Metricamente Short Film Festival”, dedicato ai cortometraggi giunti da tutto il mondo.

Questi i vincitori dell’edizione 2020

Miglior corto straniero nella categoria fiction al bellissimo “November 1st” di Charlie Manton (una madre e una figlia attraversano lo Stato per assistere a un’esecuzione); miglior corto animazione: “Lost and Found”, di Andrew Goldsmith e Bradley Slabe, australiani, tenera storia di un goffo dinosauro fatto all’uncinetto che dovrà “sbrogliarsi” completamente per riuscire a salvare l’amore della sua vita. Miglior regia a Bjorn Ante Roe per “All the things you are”; miglior corto italiano,categoria fiction, a “Inverno”; migliori attrici ex aequo alle due bravissime Lindsay Duncan, nota attrice scozzese, per “November 1st” e alla spagnola Ana Polvorosa per “A chi dici di amare”, sul tema della violenza alle donne trattato in modo forte e originale. “Pizza Boy” (per la regia di Gianluca Zonta e interpretato anche da un grande attore come Roberto Herlitzka), sul lavoro precario di un rider, si aggiudica due premi: migliorattore a Giga Imedadze e menzione speciale al film. Miglior attore anche a Danilo Arena per “Il vestito”; Gran Premio del pubblico a“Burqa City”; miglior corto sezione Shorter Short a“Traum(a) Novelle”; miglior colonna sonora a “All the things you are”, note jazz per trattare il tema della malattia di Alzheimer. Menzioni speciali: Valerio Mazzucato, per la presenza scenica, in “Dio esiste”; Vincenzo De Sio per “Beatrice”; sezione Dreaming Venice a “Venedig Still”; dallo staff tecnico per “Arturo e il Gabbiano”.

Un bilancio molto positivo per l’assessore alla Cultura di Borgoricco, Maria Chiara Franchin. “È un festival che parla del mondo e, allo stesso tempo, è espressione del nostro territorio. Si è parlato di temi sociali e di quanto sia importante amare il cinema ed appassionarsi a questa espressione artistica. Splendide le sei serate e buona affluenza di pubblico, in un contesto “Centro culturale Aldo Rossi” che sa trasmettere bellezza,armonia ed energia positiva. Tra altro Aldo Rossi amava molto il cinema. Grazie a Maurizio Mason, Claudio Locci, Mario Boesso,Matteo Bellini, Bottega dell’arte, al tocco grafico di Isabella Agostini, quindi a Vanna, Adriano e a tutte le persone che hanno creduto nel progetto, in primis il sindaco Alberto Stefani. E grazie alla splendida giuria tra cui Silvia Novello,Isabella Agostini, Luca Baggio Renato Cagnin”. Soddisfazione anche per Bottega dell’Arte e Maurizio Mason, ideatori del Festival.

Nicoletta Masetto

Le più lette