Home Breaking News Cavarzere: alloggi pubblici a giovani coppie, anziani e categorie bisognose

Cavarzere: alloggi pubblici a giovani coppie, anziani e categorie bisognose

Secondo il primo cittadino Henri Tommasi confermerebbe il lavoro che sta svolgendo l’amministrazione comunale: “Stiamo sistemando una serie di alloggi per un importo totale di circa 700 mila euro”

Comune di Cavarzere
Comune di Cavarzere

“A tutti è noto che nel nostro territorio sono ubicati centinala di alloggi pubblici di proprietà dell’Ater di Venezia e del Comune di Cavarzere. Per quello che riguarda le abitazioni Ater, sarebbe cosa buona vedere approntare un piano di vendita di una parte degli alloggi agli inquilini affittuari che, avendone i requisiti ne facciano richiesta. Per poi utilizzare quanto introitato, assieme ad adeguati finanziamenti regionali, per gli interventi di manutenzione straordinaria degli alloggi affittati e la messa a norma e in sicurezza degli alloggi sfitti perchè siano poi messi a disposizione dei cittadini che ne abbiano diritto – ha dichiarato Sinistra Italiana -. Per gli alloggi comunali si procederebbe nella stessa modalità usata per quelli Ater: oltre al piano di vendita, la messa all’asta di una parte dagli alloggi chiusi da anni, e con il ricavato la messa in sicurezza degli alloggi sfitti per i cittadini che ne abbiano i requisiti. Infine, utilizzando la Legislazione regionale o quella nazionale, provvedere alla predisposizione di Bandi speciali per poter assegnare gli alloggi pubblici alle giovani coppie, agli anziani e alle categorie più bisognose e disagiate della società”.

Secondo il primo cittadino Henri Tommasi Sinistra Italiana confermerebbe il lavoro che sta svolgendo l’amministrazione comunale

“Per quanto riguarda le case comunali noi stiamo sistemando una serie di abitazioni per un importo totale di circa 700 mila euro” ha dichiarato Tommasi. “Entro fine anno consegneremo all’incirca una ventina di appartamenti. Stiamo inoltre recuperando anche 4-5 appartamenti per fare un ricovero di senzatetto, sia per quanto riguarda la parte maschile, che per quella femminile. Agli inquilini all’interno di appartamenti comunali, dopo tanti anni, abbiamo dato la possibilità di acquistare l’appartamento, inviando loro una richiesta, ed infatti una trentina di famiglie ci hanno già dato risposta affermativa – ha proseguito il sindaco -. Per quanto riguarda invece gli appartamenti sfitti stiamo facendo delle valutazioni su quali possono essere venduti o meno, poiché alcuni sono difficili da recuperare, ovviamente rendendoli appetibili nel prezzo”.

Le più lette