Home Breaking News Chioggia: tavoli periodici per studiare interventi da mettere in campo

Chioggia: tavoli periodici per studiare interventi da mettere in campo

I provvedimenti contenuti nel Dpcm del 24 ottobre si sono abbattuti sui numerosi bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie e palestre della città. Per fare fronte alle inevitabili perplessità di tutti gli operatori del settore coinvolti, l’Amministrazione comunale clodiense ha aperto un tavolo di dialogo via streaming lo scorso 27 ottobre

comune di chioggia
Comune di Chioggia

“Assieme all’assessore al Commercio Genny Cavazzana e al presidente del consiglio Endri Bullo, ho incontrato, seppur virtualmente le categorie economiche cittadine – sono le prime parole del sindaco Alessandro Ferro al termine dei lavori – Ci hanno espresso le preoccupazioni a seguito delle recenti misure introdotte dal governo per contrastare la diffusione del contagio, come la chiusura di bar e ristoranti alle 18 fino al 24 novembre. Trovo giusto ascoltarli e rilanciare i tavoli periodici che si erano organizzati con l’inizio della pandemia, anche per i suggerimenti che gli imprenditori possono dare all’amministrazione, per gli interventi che possono essere messi in campo, nei limiti delle competenze del Comune”.

In sostanza l’Amministrazione comunale si rende disponibile a raccogliere in maniera formale e organizzata le segnalazioni delle categorie economiche, anche se fare miracoli sarà difficile. C’è da dire che molti ristoranti si stanno organizzando con veri e propri menù da asporto; così come le palestre hanno già provveduto ad organizzare le proprie sessioni di allenamento in streaming.

“Dopo diversi incontri con Ascom Confcommercio e Confesercenti – racconta l’assessore al Turismo Isabella Penzo – con le quali si stava condividendo un nuovo progetto per il Natale, si è convenuto, vista l’incertezza del periodo, di porre una particolare attenzione all’illuminazione e all’atmosfera natalizia, augurandoci che questo possa essere un supporto alle attività commerciali e alla valorizzazione del nostro territorio”. “Nonostante il difficilissimo momento che stiamo vivendo – conclude l’assessore Isabella Penzo – abbiamo voluto dare un segnale di speranza e di vicinanza a tutte quelle attività economiche che, con il DPCM del 24 ottobre, sono state chiamate a fare ulteriori sacrifici”.

Luca Rapacciuolo

Le più lette