Home Padovano Padova Coronavirus, Scibetta: "Ulss 6 Euganea pronta a ogni evenienza"

Coronavirus, Scibetta: “Ulss 6 Euganea pronta a ogni evenienza”

Scibetta: “La Regione ha pianificato con precisione il numero di posti letto attivabili in caso di criticità: fino a 224 in Terapia intensiva e 1241 negli altri reparti”

Il dirigente dell'Ulss 6 Euganea, Domenico Scibetta
Il dirigente dell’Ulss 6 Euganea, Domenico Scibetta

“La disponibilità di posti-letto va sempre vista in maniera dinamica -, ha spiegato Domenico Scibetta, dirigente dell’Ulss 6 Euganea nel corso della conferenza stampa sulla situazione Covid-19 a Padova.

L’osservazione nasce dalla preoccupazione per i dati dei contagi delle ultime settimane. “Sin da marzo la Regione ha fatto una pianificazione molto precisa dei letti resi disponibili e attivabili per step successivi in base all’andamento dell’epidemia e ha previsto per ogni provincia i passi successivi dell’attivazione dei posti letto -, ha assicurato Scibetta. – Nella provincia di Padova siamo in grado di attivare progressivamente ulteriori posti letto, fino a 224 in Terapia intensiva e 1241 nei reparti meno critici in caso di raggiungimento di Fase 5, sperando comunque di non arrivare mai a ulteriori nuovi numeri”.

Coronavirus, ma non solo

“Stiamo dando risposta anche a quelle esigenze diverse e ordinarie dal Covid -, ha tenuto a sottolineare poi il Dirigente Ulss 6. – Nei nostri ospedali abbiamo 462 pazienti ricoverati per motivi non legati al Covid, a fronte dei 331 ricoverati per Covid. L’attività è fatta da attività di ricovero, terapie e cure per patologie anche non Covid: stiamo dando risposta senza che nessuno venga lasciato indietro”.

Tamponi e case di riposo

“Dal 21 febbraio ad oggi sono stati fatti 623 mila tamponi molecolari –, ha spiegato poi Scibetta – ma stiamo facendo anche sempre più test rapidi. Nelle ultime due settimane abbiamo avuto un incremento del 210%”.

Quanto alle case di riposo, “dopo la prima ondata è stato fatto un importante piano di sanità pubblica -, hanno evidenziato Scibetta e il direttore dei servizi sociali Fortuna. – E’ partito anche il bando interno dedicato al nostro personale che, fuori dall’orario di servizio, si dichiara disponibile a operare nelle case di riposo in difficoltà”.